I ragazzi sono tornati.

La prima partita di pre-season dei Miami Heat contro gli Atlanta Hawks, presentata dal Miami Cancer Institute della Baptist Health South Florida, si è chiusa con la vittoria dei padroni di casa 96 a 90. Ironia della sorte ha voluto che Lucas Babbit, giocatore dei Miami Heat nella stagione 2016-2017 giocasse la sua prima partita negli Hawks, cui è stato ceduto, proprio contro i vecchi compagni di squadra. La partita di preseason ha visto scendere in campo l’immancabile Goran Dragic, pietra miliare degli Heat, abile nel gestire il carico di lavoro anche dopo aver recentemente portato la Slovenia alla vittoria ad EuroBasket.

Josh Richardson

I riflettori sono stati però puntati su Josh Richardson, che non si è risparmiato facendo un pò di tutto contro gli Hawks: gestione della palla, rilanci, assist man e realizzatore. Complessivamente ha fatto 12 punti e 2 assist. Fondamentale è stato il blocco di Dennis Schröder nel terzo quarto sul possesso back-to-back. Non si è risparmiato nemmeno Tyler Johnson che ha fatto 12 punti dimostrando di avere raggiunto un buon livello d maturità nel gioco.

Wayne Ellington 

Justise Winslow, rientrato dall’infortunio che gli ha impedito di giocare la seconda metà della scorsa stagione, ha dimostrato la sua versatilità il terzo e quarto quarto facendo 6 punti e due assist. Per quanto riguarda i nuovi roster, in particolare Olynyk, a parte la partenza a rilento, ha dimostrato grandi doti sia in attacco che in difesa compiendo acrobazie e fornendo cinque assist, uno di questi ad Ellington che ha messo a segno uno dei suoi tiri da tre punti in corsa che lo caratterizzano.

La partita di preseason oltre a confermare l’indovinato scrimmage di Coach Spo di sabato alla FAU di Boca Raton, ha fornito le indicazioni per capire chi, oltre a Goran Dragic, Dion Waiters e Hassan Whiteside, compatterà la squadra vista la molteplicità delle facce nuove del roster.

Commenti Facebook

Condividi
Articolo precedenteKey West riapre ai turisti tre settimane dopo Irma
Articolo successivoI’ve already seen it somewhere: Davide Fiore porta New York a Miami Beach
Laura Vailati
Lettere e Filosofia ad indirizzo artistico; per 13 anni responsabile per la qualità di un laboratorio agroalimentare. La passione per l’arte l’ha portata a frequentare corsi presso l’associazione illustratori Ars in Fabula di Macerata, con personaggi di spicco dell’ambiente fra i quali Roberto Innocenti, Maurizio Quarello, Miguel Tanco. Appassionata di pasticceria consegue il titolo presso CAST Alimenti, la prestigiosa scuola di pasticceria del Maestro Iginio Massari. Consegue il titolo di “chocolatier” frequentando il corso speciale con il Maêtre Chocolatier svizzero Eliseo Tonti. Spostandosi all’estero, per seguire il marito trasferitosi negli States per lavoro, frequenta corsi con i più grandi pasticceri nel paesaggio internazionale: Christophe Felder, Jean Michael Perruchon, Christophe Michalak, Antonio Bachour, John Martin, Francisco Migoya fra i tanti… Il motto: Vedere è indagare e indagare è conoscere.

LASCIA UN COMMENTO