Possiamo affermare che con l’arrivo del caldo torrido di Maggio torna purtroppo anche la stagione delle zanzare a Miami e nel Sud della Florida, anche se per molti è un fenomeno che non finisce mai del tutto durante l’anno. Studi scientifici confermano che i cambiamenti climatici, oltre ad altri fattori sporadici come gli uragani (che portano a lunghi periodi di acque stagnanti in grandi aree meno abitate), hanno portato ad un incremento della diffusione della specie delle zanzare in quelle aree e tra le specie ritroviamo ormai spesso la Aedes Aegypti, famigerata portatrice di virus come Dengue e Zika. Sempre alcuni esponenti del centro di controllo malattie infettive, affermano che in moltissime aree degli Stati Uniti orientali dove ormai si pensava fossero debellate alcune malattie, tornino ad affacciarsi casi di Febbre Gialla. Un’indagine del centro di controllo per le malattie infettive, ha dimostrato infatti che in Florida, dove il clima caldo e umido pressoché tutto l’anno oltre ad un passaggio di centinaia di miglia, se non milioni di persone (provenienti sopratutto dai Paesi dell’America Latina), ha portato al proliferarsi nuovamente di alcuni ceppi di malattie ormai debellate, veicolate principalmente da zanzare, zecche e pulci. Si stima che nel periodo dal 2004 al 2016 la popolazione di questi insetti sia infatti triplicata. L’organizzazione mondiale della Sanità ha stilato un importante lista di documenti in cui si individuano le aree potenzialmente a rischio epidemico. Miami e il Sud della Florida risultano aree a rischio potenziale se il fenomeno non viene arginato e messo sotto controllo in tempo. Stiamo parlando di una popolazione, tra residente e turistica, di oltre tre milioni di persone che possono entrare in contatto con alcuni dei ceppi delle malattie sopra citate. Una delle principali cause di potenziale degenerazione di queste aree riguarda infatti la scarsità di controlli alle frontiere dei certificati medici che attestino l’effettiva profilassi di vaccini dei cittadini provenienti dalle aree del mondo dove sono originarie queste malattie. Aggiungendo gli uragani, i cambiamenti climatici che rendono queste aree umide, creano vaste aree dove gli insetti depositano le uova, facendo sopravvivere di fatto una nuova generazione di insetti alle bonifiche già attuate nel 2016 e nel 2017. Controllate sempre di aver aggiornata la vostra profilassi e assicuratevi di aver sempre con voi i certificati sulle allergie ad alcune sostanze che potrebbero salvarvi la vita in caso di puntura di un insetto. Un occhio maggiore di riguardo alle donne in stato di gravidanza, sia che passiate un periodo di soggiorno nella Magic City che per un breve transito. La salute viene prima di ogni cosa.

Restate con noi per ulteriori aggiornamenti.

Commenti Facebook

LASCIA UN COMMENTO