Continua l’allarme Dorian. Dopo aver devastato le isole Abaco, prosegue la sua incessante corsa che dalle previsioni porterebbe alla distruzione delle isole Bahamas già segnate dal suo passaggio. “Abbiamo perso tutto:auto, cibo, gas. Le linee elettriche sono crollate ovunque e le strade allagate” queste le parole dei residenti che si sono trovati senza più una casa e in balia di evento catastrofico mai registrato nelle Bahamas Nordoccidentali. Come spiega anche il premier dell’arcipelago composto da circa 700 isole situate tra Haiti, Cuba e Florida “Siamo di fronte a un uragano come non abbiamo mai visto nella storia delle Bahamas“. Un’area di circa 19 milioni di persone, secondo la Croce Rossa americana, e 13 mila case distrutte o danneggiate.

Bisogna essere preparati al peggio – commenta il console generale a Miami, Cristiano MusilloTuristi e residenti italiano hanno lasciato Gran Bahama e in Florida si lavora per tenere allertata la comunità italiana“. Si registra che gli italiani residenti nel sudest degli Stati uniti siano oltre 45 mila, di cui l’80% in Florida, che secondo le previsioni, potrebbe essere colpita da Dorian tra lunedì e martedì. Sul fronte Bahamas ovviamente è stato indicato dai tour operator di non far atterrare nuovi turisti e mentre l’aeroporto di Nassau è ancora operativo, quello di Freeport è già chiuso.

Commenti Facebook

LASCIA UN COMMENTO