Il Governatore della Florida, Rick Scott: “Questa tempesta vi ucciderà!”

0
1902

Il Governatore della Florida Rick Scott questa mattina ha fornito un aggiornamento sull’uragano Matthew durante un briefing al centro per le emergenze di Tallahassee.

“Questa tempesta vi ucciderà” avrebbe affermato lo stesso governatore Scott esponendo il piano di evacuazione per le persone residenti nel Sud della Florida. Ed è proprio quando a largo delle coste di Miami si è cominciato a vedere qualche burrasca nei bordi esterni dell’uragano Matthew, che il governatore della Florida Rick Scott vuole avvertire del pericolo imminente che attende i residenti costieri qualora non dovessero evacuare. “Se siete in una zona di evacuazione, uscite. Non correte il rischio.” “Non navigare. Non andare in spiaggia. Non fare surf, ciascuna di queste azione può uccidervi”, ha aggiunto Scott, molti dei residenti sembravano ascoltare gli avvertimenti di evacuazione perché come si può notare gli hotel sulla Costa Occidentale, come ad esempio il Collier County, cominciano a riempirsi. “Partner come Airbnb stanno offrendo le camere disponibili gratuitamente. Altri siti come Visita Florida e Expedia hanno anche elenchi di alberghi aperti”, ha detto Scott. Inoltre ha anche esortato i residenti della costa occidentale – che difficilmente saranno colpiti dalla tempesta – di aprire le loro case se hanno camere disponibili. Circa 1,5 milioni di concittadini dello Stato della Florida vivono in zone di evacuazione, e Scott ripetutamente ha esortato quelli rimasti a lasciare immediatamente le loro residenze, luoghi di lavoro o luoghi di vacanza. Ha riferito che i funzionari statali sono particolarmente preoccupati per l’impatto che Matthew avrà sulla Contea di Palm Beach, perché “questa è la prima area grande che sarà colpita e le condizioni precipitano di ora in ora” “Il traffico può diventare un problema”, ha detto. “E ‘già diminuito un po’ da ieri. … Se si attende, può succedere di rimanere bloccati nel traffico e c’è un problema collaterale ossia la possibilità di rimanere senza carburante”. Ha suggerito ai residenti di prendere solo la quantità di carburante di cui hanno bisogno presso le stazioni locali di gas e non riempire le taniche a meno che non siano costretti o si trovino in stato di necessità. Alla riunione il Segretario ai Trasporti dello Stato della Florida Jim Boxold avrebbe affermato che funzionari statali stanno continuamente monitorando il traffico tentando in ogni modo di tenerlo in controllo, ma ha anche affermato “siamo certi che al punto dove ci troviamo in questo momento del piano di evacuazione o di messa in sicurezza, saremo in grado di gestire senza spostare ulteriormente le vie di fuga in strade a senso unico”. “A questo punto, non abbiamo problemi” ha aggiunto Scott. “Stiamo guardando ogni strada e ogni area di evacuazione. Abbiamo deciso di eliminare i pedaggi. Non c’è alcun motivo per non uscire”. I pedaggi sono stati sospesi in ritardo Mercoledì sulla Turnpike della Florida, ad Alligator Alley sulla Interstate 75 e alle autostrade supervisionate da parte dell’Autorità Expressway Miami-Dade e l’Autorità Florida Central Expressway. Scott ha aggiunto inoltre che 58 rifugi sono stati aperti in tutto lo stato a partire da Mercoledì sera, e altri 84 sono stati aperti oggi. “So che nessuno vuole stare in un rifugio, ma è necessario andare lì adesso e rimanerci fino alla fine del passaggio di questa tempesta”, ha detto. “Save your Life! Salva la tua vita.” A partire da inizio Giovedi, più di 3.000 persone avevano trovato rifugio nei luoghi di raccolta sparsi in otto contee costiere – tra cui 1.400 persone nella contea di Broward, quasi 800 nella contea di Palm Beach, 400 a Brevard County e più di 200 in Miami-Dade. Rifugi sono stati anche aperti in Duval, Radure, Martin e St. Lucie. Il Gov. Scott avrebbe attivato altri 2.000 membri della Guardia Nazionale – rendendo gli effettivi sul campo a 3.500 unità operanti e dal pomeriggio, circa la metà di essi saranno disponibili per la distribuzione così avrebbe affermato la portavoce del Governatore Jackie Schutz. Mentre sempre dal centro per le emergenze di Tallahassee, il maggiore dell’Us Air Force Caitlin Brown della Guardia Nazionale della Florida avrebbe affermato che membri attivi includono sia i soldati che gli aviatori, con squadre di ricerca e soccorso in attesa del passaggio dell’uragano Matteo a West Palm Beach e Orlando. Altre truppe erano a Camp Blanding nei pressi di Starke, in Florida. “Il Gov. Scott ha autorizzato la mobilitazione fino a 6.600 Soldati della Guardia nazionale, se necessario” così continua in sla stampa la portavoce Schutz. Nell’esporre il piano di emergenza, il Maggiore Brown, ha aggiunto che la guardia ha quasi 2.500 veicoli anfibi adatti ad operare nell’acqua alta, otto elicotteri, 17 barche e più di 700 generatori che potrebbero essere utilizzati in operazioni di emergenza. Il corpo della Guardia ha persino evacuato la sua flotta di F-15 fuori dal percorso della tempesta. Riprendendo la parola il Governatore Scott ha detto che funzionari per le operazioni di emergenza dello Stato, ha il personale già in posizione con le attrezzature – tra cui 150 camion carichi di acqua – in tre aree di sosta nel nord, centro e sud della Florida. L’ufficio del governatore ha detto lo Stato ha a disposizione anche presso lo State Logistics Response Center di Orlando altri 63 camion carichi di acqua e 52 bancali di prodotti alimentari, tra cui 10.900 kit pasto con tre pasti ciascuno. Egli ha esortato i residenti a prepararsi per interruzioni di corrente potenzialmente a lungo termine. Nessuno era stato segnalato, come quello avvenuto alle 10:40 ore locali di Giovedi mattina. “Milioni di persone potrebbero perdere l’uso della corrente, un lungo periodo di tempo”, ha detto Scott. Dopo il briefing mattutino, Scott si è recato a Stuart e poi altrove nello Stato della Florida. Questo è il suo terzo giorno di viaggi nello stato per avvertire i residenti e esporre il piano di emergenza. Ha detto che sarebbe tornato a Tallahassee questa sera di Giovedi 6 Ottobre, dove ha intenzione di aspettare che la tempesta passi. Mercoledì sera, Scott ha chiesto al Presidente Barack Obama di dichiarare una situazione di emergenza “pre-landfall” in 26 contee lungo la Costa Orientale. “Spero che il Presidente si attivi da questa mattina prima dell’inizio della tempesta”, ha detto Scott, ribadendo una seconda volta per dare enfasi. Questo pomeriggio, il Presidente Obama ha accolto la richiesta del Governatore Scott per una dichiarazione di emergenza prima della tempesta. I due hanno parlato al telefono per alcuni minuti appena dopo le 12:30. Secondo Schutz, Obama ha detto, in riferimento alla chiamata che era stato “chiaro” il Governatore, l’avrebbe concesso subito lo Stato di emergenza, a cui ha fatto seguito nel pomeriggio l’approvazione. Oltre alla richiesta di dichiarazione dello stato di emergenza, Scott sempre nel pomeriggio avrebbe chiesto all’amministrazione Obama più generatori e pompe di “pre-position” nel nord-est della Florida, dove i modelli di previsione meteorologici mostrano precipitazioni più intense di quanto precedentemente previsto.

Non ci resta che unirci all’invito del Governatore Rick Scott di rimanere chiusi in casa di evitare di uscire se non strettamente necessario, e di affidarsi alle autorità per l’attuazione del piano di emergenza. Pregando che l’uragano passi senza lasciare una scia di devastazione dietro di se.

Stay Alert!

Commenti Facebook

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here