La corsa di Miami viene interrotta a Cincinnati dalla squadra di casa che vince per 1-0 rispedendo la squadra di Nesta al prossimo anno.
Tutto era iniziato bene con un gran gioco e pressing alto della squadra arancio blu che cercava di crearsi varchi possibili tra la tela difensiva di Cincinnati.
Stessa operazione compiva anche la squadra della capitale dell’Ohio che con continui lanci e passaggi diagonali ha messo a durissima prova la difesa della Florida.
Cincinnati inizia ad accelerare i tempi del gioco cercando di trovare impreparata la difesa di Miami che invece riesce a respingere ogni colpo tanto che il primo tempo si chiude sullo 0-0.
Come spesso accade, la squadra che meno merita a volte trova la zampata vincente…zampata che arriva attorno al 70esimo su palla persa di Miami che viene coperta da Cincinnati e depositata in rete da Djiby.
La squadra campione di primavera si riversa nella metà campo avversaria cercando il pareggio (e avvicinandosi anche al gol all’88esimo con Poku) a tutti i costi pur non scoprendosi troppo.
Purtroppo i minuti scorrono e la partita finisce 1-0. La sconfitta nulla toglie alla stagione della appena nata squadra di Nesta che comunque continua a crescere e lottare assieme senza mai cedere alla crisi.
Certo due sconfitte consecutive pesano ma le prossime due partite saranno in casa e tutti si augurano che Miami, ritrovando il calore del proprio pubblico, possa ricominciare a correre.

 

Commenti Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here