EMOZIONANTE.

AP Photo/Wilfredo Lee

Non ci sono altre parole per descrivere lo spettacolo a cui abbiamo assistito la scorsa notte all’American Arlines Arena. Già prima che Coach Spoelstra indicasse la panchina, il pubblico fremeva, ma è stato nel momento in cui Dwyane Wade si è alzato, è andato al tavolo dei giudici ed ha abbracciato il compagno Goran Dragic, che la folla è esplosa.

5 minuti e 19 secondi di standing ovation per il tre volte campione NBA che, dopo quattro anni lontano dal club di Miami, ha fatto ritorno dai suoi amati tifosi. Chissà se è stata l’aria positiva che Wade ha portato con sè o se già la squadra si era messa in testa di vincere, beh poco importa perché in entrambi casi il risultato è stato favoloso. Infatti grazie ai punti di Tyler Johnson (19 punti, 3 assist e 6 rimbalzi), Hassan Whiteside (12 punti e 10 rimbalzi) e il bomber Bam Adebayo (15 punti, 3 assist, 10 rimbalzi e 2 blocchi), gli Heat mettono un punto alla loro serie negativa delle ultime gare, vincendo per 91-85 contro la squadra di Milwaukee. La partenza sottotono dei padroni di casa non ha demoralizzato la squadra, nè tantomeno il pubblico che, al contrario, ha iniziato ad intonare cori per il loro idolo: “We want Wade!

4th quarter closer getting it done on D!

A post shared by Miami HEAT (@miamiheat) on

E così è stato. Wade è entrato in campo accompagnato dalle urla e gli applausi dei tifosi, e subito si è messo a disposizione della squadra. Alla fine della gara ha totalizzato, in 22 minuti di gioco, 3 punti, 2 assist, 2 rimbalzi e 2 blocchi, di cui uno fondamentale negli ultimi secondi di gara. Nonostante i numeri non esorbitanti, ogni volta che il campione toccava la palla, la folla esplodeva e le mura dell’American Airlines Arena tremavano.

Questa vittoria sicuramente risolleva gli animi di Wade e compagni i quali si dovranno preparare per la prossima gara che li vedrà impegnati contro i Raptors nella lunga trasferta all’Air Canada Center.

#GoHeat!

Commenti Facebook

LASCIA UN COMMENTO