E tra acrobati, fiches, buon vino ed ottimo cibo si è concluso anche lo Chef Showdown di giovedì 20 ottobre, ospitato all’interno del Range Rover Hospitality Village e del padiglione GOYA. Lo show ha visto sfidarsi a colpi di lama 8 fra i migliori chef di Miami su 8 differenti temi con 16 portate totali, ciascuna delle quali degustate e valutate degli ospiti che hanno votato, con l’ausilio delle fiches distribuite all’ingresso, il piatto migliore nella sfida a due.

La sfida del granchio ha visto in gara il già due volte campione Andre Bienvenu dello Joe’s Stone Crab, vincitore per la terza volta per la categoria crab contro il due volte campione Peter Vauthy del Red Steakhouse; nella sfida del Surf’N Turf ha vinto Sean Brasel del Meat Market, già campione 2016 contro Chad Wyrosdick del Papa’s Raw Bar; la sfida del taco è stata vinta dall’oramai tre volte campione Bernie Matz della Bodega contro Santiago Gomez di Tacology; la sfida ai gamberi Carlos Pimentel del Mondrian ha sfidato il vincitore Nicolas Cabrera del Lure Fishbar; per la sfida della mistura di pesce il due volte campione Demetrios Pyliotis del Poseidon, per quest’anno di nuovo vincitore, contro l’italiano Massimo Giannattasio del CIBO Wine bar; per la categoria tonno il campione 2016 Jean Delgado del Toro Toro contro il vincitore Jim Pastor del Rusty Pelican. Quest’anno alle esistenti competizioni sono state aggiunte due nuove sfide: quella del sushi, con  Kiichi Okabe del Lure Fishbar contro il vincitore Masatomo Hamaya del Dragonfly e quella delle  ostriche con James Versfelt dello Shelborne, vincitore contro Jordan Marano dell’Ella’s Oyster Bar. E dopo la serata di Chef Showdown chiusa in bellezza non ci rimane che aspettare l’evento conclusivo che comincerà a mezzogiorno e vedrà un mix di tutto quello che di buono, di bello e di cool abbiamo assaporato in questi giorni.

Commenti Facebook

Condividi
Articolo precedenteUna serata al Joe’s Stone Crab
Articolo successivoUltimo giorno di SoBe Seafood Festival con il meglio degli eventi
Laura Vailati
Lettere e Filosofia ad indirizzo artistico; per 13 anni responsabile per la qualità di un laboratorio agroalimentare. La passione per l’arte l’ha portata a frequentare corsi presso l’associazione illustratori Ars in Fabula di Macerata, con personaggi di spicco dell’ambiente fra i quali Roberto Innocenti, Maurizio Quarello, Miguel Tanco. Appassionata di pasticceria consegue il titolo presso CAST Alimenti, la prestigiosa scuola di pasticceria del Maestro Iginio Massari. Consegue il titolo di “chocolatier” frequentando il corso speciale con il Maêtre Chocolatier svizzero Eliseo Tonti. Spostandosi all’estero, per seguire il marito trasferitosi negli States per lavoro, frequenta corsi con i più grandi pasticceri nel paesaggio internazionale: Christophe Felder, Jean Michael Perruchon, Christophe Michalak, Antonio Bachour, John Martin, Francisco Migoya fra i tanti… Il motto: Vedere è indagare e indagare è conoscere.

LASCIA UN COMMENTO