Cavalli, cani, una capra e un asino per accogliere gli studenti e il personale di Stoneman Douglas nel loro primo giorno di scuola più difficile. Solo due settimane fa protagonisti di un così tragico evento, mercoledì scorso i ragazzi hanno già fatto i conti con il ritorno ad una quotidianità che non potrà essere più la stessa. Per rendere questo momento meno traumatico, la Humane Society della contea di Broward ha fatto arrivare al Marjory Stoneman Douglas High School gli animali di una fattoria che aiuta bambini attraverso la pet therapy. Uno dei cavalli aveva dipinto su un lato Eagle pride e sull’altro MSD Strong e un cartello annunciava Free pony kisses. Una bella e importante iniziativa che ha portato carezze, abbracci e messaggi di incoraggiamento per confortare gli studenti a ricominciare insieme e più forti di prima. Non sarà sufficiente a tornare indietro, né a dimenticare, ma l’affetto e la felicità che gli animali riescono a trasmettere è sempre una valida fonte di sollievo. Gli Interventi Assistiti con gli Animali funzionano infatti grazie ad una complessa relazione che si instaura fra animale e utente: una sintonia che stimola l’attivazione emozionale e favorisce la comunicazione e l’apertura a nuove esperienze. L’animale donandosi totalmente, senza giudicare, stimola sorrisi e aiuta la socializzazione ed è provato che il contatto tra noi e i nostri terapeuti a quattro zampe riesce a diminuire il battito cardiaco, l’ansia e la paura.

Dove gli uomini distruggono, per fortuna, ci sono ancora animali che ricostruiscono.

Commenti Facebook

LASCIA UN COMMENTO