Secondo un nuovo studio della società di finanza WalletHub la Florida è il secondo paese degli Stati Uniti in cui i contribuenti ricevono un buon ritorno sugli investimenti (ROI) in termini di qualità dei servizi governativi rispetto alle tasse statali e locali pagate in ciascuno dei 50 stati. Gli analisti di WalletHub, infatti, hanno confrontato ogni stato nelle cinque categorie chiave:

1) istruzione

2) salute

3) sicurezza

4) economia

5) infrastrutture e inquinamento.

Hanno paragonato i punteggi complessivi dei servizi governativi di ogni stato rispetto alle tasse totali pagate pro capite (popolazione di età pari o superiore a diciotto anni). I risultati della classifica hanno dato tra le prime dieci migliori New Hampshire al primo posto, Florida al secondo e a seguire South Dakota, Colorado, Virginia, Alaska, Missouri, Texas, Utah e Iowa. La Florida, pur occupando il secondo posto per un ritorno nei servizi offerti, purtroppo però si trova al quattordicesimo posto nella classifica degli investimenti educativi, al ventisettesimo in quella delle infrastrutture, al trentasettesimo in quella di salute e sicurezza e, infine, solo al trentottesimo posto nella categoria economica.

Il carico fiscale del cittadino medio varia notevolmente tra le diverse economie statali. Se uno stato può permettersi di avere tassi non elevati non è solo grazie alla solidità dell’economia statale ma anche perché riesce ad ottenere più finanziamenti dal governo federale rispetto agli altri stati. WalletHub evidenzia anche che la maggior parte dei cittadini purtroppo non è a conoscenza di quanto riceve in cambio rispetto alla somma versata ogni anno nel mese di aprile e, in particolare, il 55% degli Stati Uniti sostiene di pagare troppe tasse e addirittura il 90% lamenta di un cattivo utilizzo delle entrate fiscali.

I risultati completi dello studio su https://wallethub.com/edu/state-taxpayer-roi-report/3283/#gil-manzon

Commenti Facebook

Condividi
Articolo precedenteWynwood in festa: è lo Sprungfest!
Articolo successivoSituazione critica al dipartimento della Polizia di Miami: 4 agenti arrestati
Roberta Fioretti
“È una Erre! Irriverente, irragionevolmente indisponente. Lei non è un fiore, ha solo spine, è un cactus verde”. È così che con autoironia si descrive Roberta Fioretti in una delle canzoni che la vedono come autrice. Laureata con lode alla magistrale di Linguistica e in Lingue e letterature straniere, iscritta alla Siae come autore, sa come sfruttare il potere delle parole. Da Prof. di lingua francese a commerciale vendite passando dal suo ultimo progetto di Tango Terapia, trasforma le idee in parole e le parole in progetti. “È sulla torre non c’è più il drago Lei l’ha mangiato”.

LASCIA UN COMMENTO