Non è certo una bella immagine quella che in questi giorni Miami Beach sta dando di se: nonostante l’emergenza Covid, vere e proprie folle di ragazzi si sono riversate nelle strade per festeggiare lo Spring Break. Niente sono valsi i tanti messaggi lanciati dal neo-presidente Biden: nessuna mascherina, né tantomeno rispetto delle distanze. Anche se la vaccinazione sta procedendo spedita, Miami sta sempre registrando numeri importanti riguardo ai nuovi contagi: nell’ultima settimana si parla di una media di 4.500 casi al giorno nella sola Miami-dade (Fonti: The New York Times). Il sindaco di Miami Beach, Dan Gelber si è dunque visto costretto ad usare il pugno duro e dichiarare lo stato d’emergenza, anche perché non sono mancati atti vandalici e violenze. Chiusura dei locali alle 20.00 e coprifuoco per i tanti turisti che sono arrivati in città con lo scopo di festeggiare lo Spring Break, senza tenere conto di un virus che in un solo anno negli Stati Uniti ha mietuto più di mezzo milione di vittime. Oltre al coprifuoco, i tre ponti che collegano l’isola di Miami Beach alla terraferma di Miami saranno chiusi al traffico dalle 22:00 alle 6:00 e avranno accesso solo i residenti, i lavoratori e gli ospiti dell’hotel . (foto AFP)

 

Commenti Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here