Barcellona e Girona hanno dato il via libera per giocare a Miami una partita del campionato di calcio spagnolo, secondo un comunicato rilasciato oggi dalla Liga spagnola. Ora manca solo l’autorizzazione della Federcalcio spagnola per trasformare in realtà la prima partita della Liga fuori dal paese.
Barcellona, ​​Girona e LaLiga hanno inviato una lettera alla Rfef chiedendo l’approvazione per l’organizzazione della partita nella città della Florida. La lettera è firmata da Josep María Bartomeu, Delfí Geli e Javier Tebas, rispettivamente presidenti di Barcellona, Girona e LaLiga. Se la Rfef approverà la richiesta, la partita tra  Girona e Barcellona della ventunesima giornata  sarà giocata alle 14,45 a Miami (20,45 ora spagnola) all’Hard Rock Stadium. LaLiga ha rilasciato la dichiarazione dopo aver raggiunto un accordo sulla compensazione per i tifosi. L’incontro, infatti, era programmato allo stadio Montilivi di Girona, quindi i tifosi della squadra catalana che hanno comprato l’abbonamento per l’intera stagione saranno risarciti, ma non è ancora noto quale tipo di accordo è stato raggiunto. Inoltre LaLiga si è riunita lunedì con l’associazione dei calciatori spagnoli, che ha minacciato uno sciopero quando ha saputo dei piani dei club. Secondo i media LaLiga avrebbe offerto all’Afe migliori condizioni per i giocatori e uno stage negli Stati Uniti con tutte le spese pagate per una selezione di giocatori che attualmente non hanno una squadra. LaLiga inizialmente aveva presentato i suoi piani senza prima consultare club, calciatori e tifosi.

Commenti Facebook

Condividi
Articolo precedenteSouth Beach: terrore tra i bagnanti per uno squalo a riva
Articolo successivoLa stagione degli uragani entra nel vivo!
Enrico Pace
Enrico Pace, giornalista professionista. Nato a Taranto (nel 1974 per quanto conti), vissuto a Buenos Aires, Firenze e Lucca, dove ora risiede. Direttore dei quotidiani on line del gruppo ‘In Diretta’ e di Dilettanti Toscana ha scritto due libri: ‘Tutti i toscani mondiali’ per l’editore Del Bucchia di Viareggio e ‘Sulle strade dei mondiali di ciclismo’ per l’editrice GoWare. Ha lavorato per il Consiglio di Europa per i progetti di integrazione Mars e Mediane. Ama leggere, viaggiare, stare in buona compagnia, scrivere. Fra i difetti nazional-popolari c’è la passione per il calcio e per lo sport in generale. Ovviamente sdraiato su un divano o seduto su una poltrona. Con effetti collaterali annessi.

LASCIA UN COMMENTO