Un grande chef in un posto storico per la ristorazione di Miami. Il californiano Thomas Keller, chef all’avanguardia dopo una formazione europea, specificatamente francese, ha rilevato con un gruppo imprenditoriale di livello, The Surf Club. Un locale fronte mare che, fin dalla sua fondazione nel 1930, ha ospitato vip da tutto il mondo e il gotha di Hollywood.
Keller non ha voluto stravolgere la storicità del locale al 9101 di Collins Avenue. All’interno allestimenti ispirati all’Art Deco studiati dal Martin Brudnizki Design Studio e un menu, realizzato da Manuel Echeverri, di chiara ispirazione europea. Nel menu largo spazio al pesce, con una particolare ricerca degli ingredienti e anche piatti di chiara origine italiana fra i quali le fettuccine al tartufo e la parmigiana di melanzane.
Thomas Keller è titolare del The French Laundry, ristorante tre stelle Michelin a Yountville in California, ma la realtà realizzata a Miami non è ispirata alla stessa filosofia. Lo ha confessato lo stesso Keller intervistato dal Miami Herald: “Speriamo di portare a Miami – ha detto – il tipo di ristorante in cui le persone vanno per uscire e divertirsi. Un tentativo di riportare al tempo in cui l’America era il posto dove si respirava il maggio ottomismo, quando il fascino e l’orgolglio americano erano al massimo. Il glamour e la festa, a questo si ispira questo ristorante”:,
The Surf Club è aperto tutti i giorni dalle 17,30 alle 22. Nel weekend previsto anche il brunch da mezzogiorno alle 14.

Commenti Facebook

Condividi
Articolo precedenteMiami Gardens: l’Hard Rock Stadium apre a matrimoni e feste di compleanno
Articolo successivoE’ morto il senatore John McCain
Enrico Pace
Enrico Pace, giornalista professionista. Nato a Taranto (nel 1974 per quanto conti), vissuto a Buenos Aires, Firenze e Lucca, dove ora risiede. Direttore dei quotidiani on line del gruppo ‘In Diretta’ e di Dilettanti Toscana ha scritto due libri: ‘Tutti i toscani mondiali’ per l’editore Del Bucchia di Viareggio e ‘Sulle strade dei mondiali di ciclismo’ per l’editrice GoWare. Ha lavorato per il Consiglio di Europa per i progetti di integrazione Mars e Mediane. Ama leggere, viaggiare, stare in buona compagnia, scrivere. Fra i difetti nazional-popolari c’è la passione per il calcio e per lo sport in generale. Ovviamente sdraiato su un divano o seduto su una poltrona. Con effetti collaterali annessi.

LASCIA UN COMMENTO