L’uragano Irma punta dritto su Miami ma sta perdendo di potenza

0
2249

Una piccola buona notizia nell’allarme legato all’avvicinarsi alle coste della Florida dell’uragano Irma. L’evento atmosferico, infatti, starebbe perdendo forza e per questo è stato declassato a categoria 4 su una scala di 5. Ad annunciaro il Centro nazionale degli uragani, secondo cui l’uragano procede la sua corsa con venti fino a 250 chilometri all’ora.
Ma nonostante questo è traffico da incubo nel sud della Florida dove almeno mezzo milione di persone è in fuga dall’uragano che dovrebbe abbattersi sulla costa di Miami e dell’arcipelago delle Keys a partire da domani. In seguito all’ordine di evacuazione in alcune zone, fra le quali Miami Beach, le autostrade sono in queste ore intasate e le stazioni di servizio aperte prese d’assalto prima che possano finire le scorte di carburante. In molte zone la circolazione è per lunghi tratti paralizzata.
A raccontarlo sui social è anche un italiano, di origine sarda, in fuga dal ciclone, Federico Bonacossa che ieri ha scritto su Facebook: “Abbiamo lasciato Miami alle 14 e dopo 9 ore di viaggio non siamo ancora riusciti a raggiungere Orlando. Il traffico verso Palm Beach Ovest è praticamente immobile e trovare benzina è stato molto difficile. Fortunatamente abbiamo trovato una stazione di servizio che aveva un pò di carburante”. Bonacossa dà continui aggiornamenti “in tempo reale” sul social. “Solitamente – dice – in macchina da Miami ad Orlando sono due ore. Tutta Miami ha l’ordine di evacuare da oggi. Il sindaco Phillip Levine in un comunicato stampa ha dichiarato: ”Chiunque disubbidisca l”ordine di evacuazione e rimane a Miami Beach in pieno uragano non deve chiedere aiuto se si trova nei guai. I soccorsi verranno solo una volta passato l’uragano”. “In poche parole – scrive Bonacossa – saranno cavoli di chi rimane”.
Intanto a causa del passaggio dell’uragano Irma sulle coste della Florida, Alitalia ha cancellato i voli fra Roma e Miami previsti per domani (9 settembre) e domenica. La compagnia aerea italiana opera un volo giornaliero da e per Miami e i collegamenti soppressi sono l’AZ 630 e l’AZ 631. Già da mercoledì sera, Alitalia aveva offerto a tutti i passeggeri in possesso di un biglietto da e per Miami (e L’Avana), con partenza tra il 6 e il 12 settembre, la possibilità di ottenere il rimborso totale del biglietto o il cambio gratuito della prenotazione. La compagnia sta prendendo contatto con tutti i passeggeri coinvolti per fornire loro informazioni e assistenza e ricollocarli sui primi voli utili. Nelle prossime ore seguiranno aggiornamenti sulla base dell’evolversi della situazione, anche per quanto riguarda i voli da e per L’Avana che per il momento restano confermati. Alitalia raccomanda ai passeggeri dei voli dei prossimi giorni da e per Miami di consultare lo stato del volo chiamando il numero verde 800.65.00.55 (dall’Italia), il numero +39.06.65649 (dall’estero) o consultando il sito alitalia.com, dove sono disponibili anche informazioni dettagliate sulle modalità di rimborso.

Commenti Facebook

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here