Non è un segreto, ormai, che alloggiare a Miami non sia esattamente quel che si dice “un gioco da ragazzi”. Pur trattandosi di una paradisiaca meta turistica, gli hotel si concentrano soprattutto a Miami Beach, proponendo prezzi folli per chi, ad esempio, a Miami ci vuole andare in vacanza con la propria famiglia.

Ecco quindi che in rete impazzano quelli che vengono chiamati “Vacation short-term rental of private properties”, ossia gli affitti a breve termine di proprietà private. Sono sempre più numerosi, infatti, i proprietari di immobili che decidono di affittare i propri spazi a chi è alla disperata ricerca di un alloggio per le vacanze in quella che può trasformarsi in una caccia senza esclusione di colpi alla miglior offerta.

Va da sé che il “business” degli affitti di proprietà private rischia di sfuggire di mano se non regolamentato. Ecco quindi che la City of Miami Beach Land Development Regulations ha deciso di proibire ufficialmente gli affitti a breve termine per periodi che non raggiungono almeno i 6 mesi e un giorno di permanenza.

L’obiettivo è quello di fermare i subaffitti a discapito degli hotel e di tutto quel mercato del turismo di cui Miami Beach in particolare si nutre. Chi affitta un appartamento privato deve risiedere in loco per qualcosa che vada oltre la “semplice” visita o vacanza.

La pena, per chi dovesse decidere di ignorare deliberatamente la legge della contea, è di essere sfrattato o espulso dallo stesso stabile

Il sito governativo secure.miamibeachfl.gov è a disposizione per tutti coloro che volessero chiedere delucidazioni rispetto a proprietà sospette o consultare l’elenco delle proprietà in affitto iscritte regolarmente all’elenco della città.

E per chi decidesse di snobbare hotel e proprietà private, c’è sempre la spiaggia! Attenzione però, Miami Beach chiude l’accesso alle 11pm…dovrete spostarvi più a Nord!

Commenti Facebook

Condividi
Articolo precedenteSettimana impegnativa per gli Heat, dopo la vittoria con i Wizards perdono contro Blazers e Kings
Articolo successivoLakers discontinui, gli Heat ne approfittano e vincono allo Staples Center
Eleonora Gavaz
Nasco a Vienna il 23 maggio 1990. All'etá di tre anni mi trasferisco in Italia, una piccola Heidi in mezzo alle montagne. Non passa molto prima che mi renda conto di aver bisogno dello stimolo della cittá, di quel caos tutto suo per poter dar libero sfogo alla mia straordinaria, immensa passione: Scrivere. Portato a termine il Liceo Linguistico mi trasferisco a Milano per buttarmi a capofitto in quel mondo che da sempre mi ha affascinata e da cui non ho più potuto prescindere. Allo IULM di Milano comincio il corso di giornalismo e collaboro con diverse testate tra cui Sport Mediaset, Vanity Fair e Sky Cinema. Qualche anno fa ho deciso di provare a dare una svolta alla mia vita e così mi sono trasferita prima a New York e dopo a Miami dove (almeno per ora) spero di aver trovato la mia strada 😊

LASCIA UN COMMENTO