Partono bene i ragazzi di coach Spoelstra che con i Wizards si comportano da perfetti padroni di casa. Chiudono il primo quarto con un bel +6 (26-20) e continuano a segnare punti su punti, chiudendo anche gli altri tre periodi in loro favore, fino al fischio finale che sigilla un bel 129-102. Per la squadra di Washington si distinguono Jodie Meeks che segna 23 punti, 2 assist e 4 rimbalzi e Bradley Beal con 14 punti e 3 rimbalzi. Per Miami invece James Johnson è il miglior realizzatore con 20 punti, 2 assist e 5 rimbalzi e a seguire Wayne Ellington con i suoi 17 punti, 2 assist e 3 rimbalzi. Al punteggio si aggiungono anche i 13 punti di Josh Richardson, Tyler Johnson, Kelly Olynyk e Rodney McGruder.

Dopo la vittoria contro i Wizards, gli Heat affrontano la dura trasferta al Moda Center di Portland contro i Blazers, ma purtroppo i padroni di casa non hanno intenzione di rinunciare ai due punti importanti per la classifica. Infatti la squadra di Portland non perde tempo e attacca a ripetizione Miami che fa fatica a difendere. Damian Lillard, fresco di All Star Game (32 punti, 10 assist e 5 rimbalzi) e il compagno Jusuf Nurkic (27 punti, 3 assist e 16 rimbalzi) si impongono fin dai primi minuti e attaccano a ripetizione il canestro degli Heat. La partita si chiude con 115-99 in favore dei Blazers. Per la squadra di Miami Bam Adebajo entra al posto del centro Hassan Whiteside, assente anche in questa partita per un problema all’anca che già lo aveva tenuto in panchina contro Washington. Lo statunitense chiude con 24 minuti di gioco 4 punti e 9 rimbalzi. Ad aggiungere punti al risultato finale ci pensano Goran Dragic (23 punti, 2 assist e 2 rimbalzi), Tyler Johnson (17 punti, 2 assist e 3 rimbalzi) e Justice Winslow che con 15 punti, 4 assist e 13 rimbalzi raggiunge una bella doppia doppia.

La partita di mercoledì scorso contro i Kings era davvero importante per la classifica e per la qualificazione ai playoff e gli Heat lo sapevano bene. Purtroppo la squadra di Miami ha perso un’occasione e nella trasferta al Golden 1 Center di Sacramento non è riuscita a chiudere il match in suo favore, chiudendo la partita 123-119 in favore degli avversari. Miami parte bene con il primo quarto chiuso 24-31, ma già dal secondo si capisce che la squadra californiana non ha intenzione di lasciare i due punti agli ospiti e, nonostante i 33 punti di Goran Dragic, i 22 di Wayne Ellington e i 18 di James Johnson (che con 7 assist e 10 rimbalzi va in doppia doppia), i padroni di casa hanno la meglio. Gran parte del merito va sicuramente a Buddy Hield (24 punti, 3 assist e 6 rimbalzi), Zach Randolph (22 punti, 4 assist e 9 rimbalzi) e De’Aron Fox (20 punti, 3 assist e 2 rimbalzi).

Con queste ultime partite gli Heat confermano la loro ottava posizione nella Eastern Conference e si preparano alla prossima gara che li vedrà impegnati domani contro i Lakers, nella dura trasferta allo Staples Center di Los Angeles.

Commenti Facebook

LASCIA UN COMMENTO