Il sindaco della Contea di Miami-Dade, Carlos Gimenez è fiducioso: “Abbiamo tutte le carte in regola per continuare la scalata tra le pretendenti.” Dopo Seattle, Miami si sente infatti già pronta ad ospitare la seconda sede centrale della più grande Internet company al mondo.

Il primo ufficio di Amazon con il suo fondatore, Jeff Bezos.

Jeff Bezos, cresciuto proprio nel Sud della Florida, ha fondato Amazon nel 1994. Lanciandolo nel 1995 esclusivamente come libreria online, ha presto allargato le sue vendite su una grandissima varietà di prodotti spediti in tutto il mondo e solo un anno fa 238 città si sono offerte di accogliere il suo secondo head office.

Nel 2018 la lista delle candidate si è ristretta a 20 posizioni (vi ricordate? erano 100 ad ottobre!) ed entro quest’anno stesso conosceremo il nome della prescelta tra: Atlanta, Austin Texas, Boston, Chicago, Columbus Ohio, Dallas, Denver, Indianapolis, Los Angeles, Miami, Montgomery County, Nashville, Newark, New York City, Northern Virginia, Philadelphia, Pittsburgh, Raleigh, Toronto e Washington.

Le preferenze sono valutate in base alla posizione strategica dei trasporti e più in generale su tutti gli aspetti legati alla qualità della vita capaci di attrarre giovani talenti nel campo della tecnologia.

La città selezionata avrà il privilegio di offrire 50.000 posti di lavoro ben pagati e di essere protagonista di grandi investimenti in termini di infrastrutture e visibilità.

La sede di Amazon a Seattle

Per questa nuova nascita, Amazon annuncia che l’idea è quella di dare vita ad un gemello del primo campus della città di Seattle che, dal 2010 a 2016, ha beneficiato di un investimento pari a $38 billion.

Ancora qualche mese e conosceremo chi tra le ultime 20 concorrenti sarà ad appendere il più grande fiocco rosa virtuale.

Commenti Facebook

LASCIA UN COMMENTO