I ragazzi partono in modo macchinoso, perdendo spesso palla in modo banale e subendo gli Orlando Magic all’Amway Center di Orlando. Dion Waiters è lo specchio dell’inizio difficile della squadra: parte in sordina ma si riprende ed esce alla distanza con tutti i suoi compagni che per due volte si portano a +13. Nel quarto quarto, complice il turnover che Coach Spoelstra mette in atto per dare spazio a tutti i nuovi arrivati, la squadra di Orlando prima si riavvicina e poi effettua il sorpasso grazie a Gordon ed Isaac, che certo non passa inosservato per la bizzarra acconciatura. Miami ha la possibilità di riacciuffare la partita in extremis, ma per ben due volte Adebayo sceglie di andare a canestro quando l’unica soluzione sarebbe stato il tiro da 3. Spiccano Josh Richardson, migliore realizzatore con 19 punti, Waiters e Whiteside. Finisce 93-90 per Orlando. Peccato perché a lunghi tratti i ragazzi hanno avuto la partita in mano e sembrava potessero portarla a casa senza troppa apprensione.

Commenti Facebook

Condividi
Articolo precedenteRiapre l’area Flamingo del parco delle Everglades dopo i danni lasciati dall’uragano
Articolo successivoMIAMI BEACH: una donna è stata uccisa dopo aver seminato il panico in auto
Laura Vailati
Lettere e Filosofia ad indirizzo artistico; per 13 anni responsabile per la qualità di un laboratorio agroalimentare. La passione per l’arte l’ha portata a frequentare corsi presso l’associazione illustratori Ars in Fabula di Macerata, con personaggi di spicco dell’ambiente fra i quali Roberto Innocenti, Maurizio Quarello, Miguel Tanco. Appassionata di pasticceria consegue il titolo presso CAST Alimenti, la prestigiosa scuola di pasticceria del Maestro Iginio Massari. Consegue il titolo di “chocolatier” frequentando il corso speciale con il Maêtre Chocolatier svizzero Eliseo Tonti. Spostandosi all’estero, per seguire il marito trasferitosi negli States per lavoro, frequenta corsi con i più grandi pasticceri nel paesaggio internazionale: Christophe Felder, Jean Michael Perruchon, Christophe Michalak, Antonio Bachour, John Martin, Francisco Migoya fra i tanti… Il motto: Vedere è indagare e indagare è conoscere.

LASCIA UN COMMENTO