Non sono bastati i 30 punti di Josh Richardson e Goran Dragic per evitare la quinta sconfitta di fila. Già perchè, ieri sera, all’American Airlines Arena James Harden (41 punti, 6 assist e 4 rimbalzi) e Chris Paul (24 punti, 7 assist e altrettanti rimbalzi) hanno portato i Rockets, prima al vantaggio nell’intervallo lungo (61-57) e poi alla vittoria con 109-101. Miami (29-26) mantiene la sua settima posizione nella Eastern Conference, ma subito alle sua spalle deve fare i conti con le 5 vittorie consecutive dei Detroit Pistons (27-26) e i 76ers di Philadelphia (26-25).

Dopo il rientro dall’intervallo lungo gli Heat cercano di riagganciare il punteggio, Josh Richardson (30 punti, 5 assist e 4 rimbalzi) realizza un 9-0 personale, portando la squadra in vantaggio, ma è un vantaggio che dura ben poco, infatti i Rockets ripartono e Chris Paul mette a segno una tripla: adesso il punteggio è 97-90. Purtroppo la squadra di Miami, nonostante il contributo di Goran Dragic (30 punti, 6 assist e 3 rimbalzi) e Hassan Whiteside (16 punti e ben 17 rimbalzi), non riuscirà a colmare il deficit e alla fine Houston chiuderà il match con un +8. Ancora una volta Coach Spoelstra deve fare a meno di Kelly Olynyk (infortunio spalla sinistra) e Wayne Ellington (spalla destra), e ancora una volta Derrick Jones Jr., rientrato nella mattina da Sioux Falls, sostituisce il compagno Kelly Olynyk.

Commenti Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here