Investimento, ricerca e innovazione sono gli strumenti per continuare a crescere. Questo il messaggio di Think Tech Italia 2018 alle imprese italiane che vogliono essere competitive e misurarsi in un mercato fortemente glabolizzato come quello ad alto contenuto tecnologico». Le parole sono di Fabio De Furia, presidente della Miami Scientific Italian Community, in occasione dell’inaugurazione di eMerge Americas, la principale manifestazione sulle nuove tecnologie per l’intero continente americano, che è in calendario oggi e domani a Miami.

Roma, 23 apr. (askanews) – “Ricercare, Investire e Innovare per crescere: questo è il messaggio di Think Tech Italia 2018 alle imprese italiane per poter essere competitive e misurarsi in un mercato fortemente globalizzato come quello ad alto contenuto tecnologico”. E’ il commento di Fabio De Furia, Presidente della Miami Scientific Italian Community, in occasione dell’apertura di eMerge Americas, la principale manifestazione in USA e America Latina focalizzata sulle nuove tecnologie, in calendario a Miami il 23-24 aprile.

«Il know-how, la ricerca scientifica, l’innovazione e la tecnologia – prosegue De Furia – sono gli asset strategici a disposizione delle imprese italiane per eccellere e mostrare al mondo le proprie capacità e potenzialità e, in questo senso, eMerge Americas rappresenta la grande occasione per incontrare i principali operatori del settore, confrontarsi con i decisori e gli influencer, trovare partner e investitori per progetti di ricerca e promuovere il Made in Italy tecnologico verso i mercati, come Miami e la Florida, che rappresentano un importante hub commerciale, tecnologico, logistico e finanziario per l’intero continente americano». E’ la quarta edizione di Think Tech Italia, il progetto realizzato dalla Miami Scientific Italian Community dedicato specificamente all’internazionalizzazione di aziende e start up italiane ad alto contenuto tecnologico che operano nel settore della ricerca, dell’innovazione e del trasferimento tecnologico. Un’iniziativa ad alto valore aggiunto perché si tratta anche dell’unica realtà aggregativa del sistema produttivo in rappresentanza dell’Italia che opera nel campo dell’innovazione. L’obiettivo è presentare l’eccellenza imprenditoriale italiana della piccola e media impresa legata a settori innovativi e, attraverso una piattaforma di partenariato, favorire l’incontro e il dialogo con i centri di ricerca, i venture capital, i private equity, le università, gli incubatori d’impresa, le innovation companies di grandi e medie dimensioni e il tessuto capillare della ricerca e sviluppo negli Stati Uniti e più in generale all’estero. Quinta edizione invece per eMerge Americas, che è tra gli eventi più importanti a livello mondiale nel settore dell’innovazione tecnologica e del digital grazie alla presenza di oltre 6000 tra i più importanti operatori scientifici ed economici, rappresentanti istituzionali, investitori, aziende e start up. La scelta della Florida non è causale. Si tratta infatti del terzo stato USA per presenza di aziende ICT con oltre 25.000 imprese attive e oltre 250.000 dipendenti specializzati: specie nelle zone di Orlando-Tampa, Palm Beach, Ft. Lauderdale e Miami, con un’alta concentrazione di start up e centri di ricerca.

Commenti Facebook

LASCIA UN COMMENTO