Miami è una città di natura vacanziera e festaiola e proprio per questo motivo non si vedono spesso cortei e manifestazioni di protesta. Invece mercoledì scorso a Brickell, a pochi metri dalla sede di Buongiorno Miami, la comunità venezuelana (tra le più numerose e attive di Miami) si è data appuntamento davanti all’ingresso del Nusr-ET, ristorante di proprietà di Nusret Gokce, noto ai più con il soprannome di Salt Bae, per la sua mimica unica utilizzata per cospargere il sale. Il motivo della protesta risiede nella recente visita del Presidente Venezuelano Maduro nel ristorante dello chef turco ad Istanbul. Di ritorno dal suo viaggio in Cina, Nicolas Maduro, ha deciso di fermarsi in Turchia per cenare con la moglie Cilia Flores nel ristorante ‘Nusr-Et‘ della capitale.

Nel video pubblicato su Instagram, è possibile osservare il presidente venezuelano mentre mangia bistecche e fuma un sigaro col suo nome, prima di ricevere in regalo una t-shirt personalizzata dallo chef turco. Il filmato ha scatenato polemiche in Venezuela, paese martoriato da una crisi economica disastrosa. Il leader dell’opposizione Julio Borges, che vive fuori dal Venezuela per paura dell’arresto, ha twittato: “Mentre i venezuelani soffrono e muoiono di fame, Maduro e la moglie si divertono in uno dei ristoranti più costosi del mondo con il denaro rubato al popolo venezuelano“. I  venezuelani di Miami non si sono fatti attendere e si sono fatti sentire presso la sede in Florida, anche in considerazione del fatto che molti hanno scelto di stabilirsi negli Stai Uniti per sfuggire dal paese natio. Sicuramente il danno d´immagine per la lussuosa steakhouse, almeno a Miami, non è stato leggero e sarà difficile vedere clienti venezuelani a cena nel locale di Brickell.

Commenti Facebook

LASCIA UN COMMENTO