Seconda vittoria consecutiva tra le mura dell’American Airlines Arena per i giocatori di Miami. Top scorer degli Heat questa notte, la guardia Goran Dragic. Eh sì, stanotte, lo sloveno degli Heat con 28 punti, oltre a portare la squadra alla vittoria segnandone ben 8 negli ultimi tre minuti e mezzo di gara, ha raggiunto un nuovo record personale: ha toccato quota 10.000 punti in NBA. E’ stata sicuramente una partita che i padroni di casa hanno preso sul serio fin dai primi minuti e mettendo subito una bella distanza tra loro e gli avversari di Portland. A dirla tutta il protagonista indiscusso del primo quarto è stato Dwyane Wade. Il 12 volte All Star Game ha segnato 18 punti dei 19 totali, aprendo il secondo periodo con un +13 (57-44). Nonostante un leggero infortunio al gomito dx a causa di un contatto con Olynyk, Damian Lillard ha segnato 42 punti (unico in doppia cifra per i Blazers) che hanno accorciano le distanze tra i due club, ma non sono bastati a far vincere gli ospiti. Miami vince per 120-111. Goran Dragic e Kelly Olynyk (19 punti, 5 rimbalzi e 5 assist) hanno colpito dalla distanza, mentre Hassan Whiteside (16 rimbalzi e 6 stoppate) ha monitorato l’area senza dare pace al centrale bosniaco Jusuf Nurkic. Finalmente, dopo lo stop per i problemi al bicipite femorale, è rientrato anche Justise Winslow che ha contribuito con 10 punti e 5 rimbalzi. Con lui ancora una volta Rodney McGruder si è dimostrato fondamentale andando in doppia doppia con 14 punti e 10 rimbalzi. “Sapevamo che avrebbero rimontato e che Lillard sarebbe stato un osso duro, ma abbiamo retto bene il colpo e siamo rimasti fedeli al nostro gioco” ha commentato a fine partita l’All Star Game Dragic. Adesso Miami si prepara ad affrontare i Kings martedì sera in casa alle 00.30 (ora italiana).

Commenti Facebook

LASCIA UN COMMENTO