Era cominciato tutto proprio il 4 luglio di due anni fa, data scelta per dare forza al messaggio di appartenenza che sin dalle origini voleva e doveva avere Buongiorno Miami. Si perché il nostro giornale è scritto in italiano, ha lettori prevalentemente italiani ma è a tutti gli effetti un giornale americano. E da oggi lo è ancora di più. C’è voluto un po’ per trasformare il sogno in realtà ma grazie al sostegno di tanti e alla costante crescita del numero dei lettori Buongiorno Miami potrà contare su una nuova sede a Brickell e su una redazione di tutto rispetto che abbraccia sia Miami che l’Italia per arrivare addirittura a New York, con il neo vice-direttore Alessandro Petrini che si aggiunge all’ormai storico direttore, Enrico Pace. La strada è ancora lunga ma le premesse sono entusiasmanti: tante partnership e sponsorship già definite, tanti lettori che ci seguono dall’Italia e da tutti gli USA e tanti progetti nel cassetto che presto prenderanno vita. Buon compleanno dunque America (per i 242 anni di indipendenza) e buon compleanno Buongiorno Miami (per le 2 candeline appena spente!).

Era nato tutto come una sfida ma adesso è realtà: Miami ha anche il suo giornale in italiano!

Commenti Facebook

LASCIA UN COMMENTO