Il Miami Marine Stadium potrebbe tornare a nuova vita. Una volta era il posto dove si svolgevano gare di speedboat di livello mondiale, concerti rock e incontri di pugilato, ora invece è in uno stato di totale abbandono dietro un recinto nel cuore di Virginia Key, una zona a sud di Miami.
A porre fine ai suoi anni d’oro fu nel 1992 un uragano che ne compromise la sicurezza condannandola a rimanere sepolta sotto mucchi di detriti e di rifiuti scaricati illegalmente. Da quel momento è passato più di un quarto di secolo e con un investimento di 42 milioni di dollari la città è pronta ad avviare i lavori di ripristino dello stadio creando un parco intorno a esso.

Tutti i tentativi finora erano falliti per problemi di bilancio e scontri politici, ma ora la città ha i mezzi per condurre questa operazione e ha già ingaggiato un team di progettisti.

Costruito nel 1963, fu ideato dal giovane architetto cubano Hilario Candela. Per anni ha ospitato centinaia di spettacoli, nel 1972 fu teatro dell’abbraccio tra Sammy Davis Jr e Richard Nixon, mentre nel 1975 si esibirono i Queen, quando i biglietti costavano solo $ 3 l’uno. E poi ancora Lynyrd Skynyrd, Whitney Houston e Jimmy Buffet, tra gli altri. Poi nel 1992 l’uragano Andrew provocò danni tali da spingere i funzionari del comune a dichiarare la chiusura dell’edificio, condannandolo ad anni di fatiscenza.

Commenti Facebook

LASCIA UN COMMENTO