Sta per concludersi l’iter di approvazione di uno dei più estesi piani di sviluppo per il Sud della Florida. Due miglia a sud del confine tra Miami Dade e Broward.

L’American Dream Miami come dovrebbe apparire a lavori ultimati. Avrà al suo interno anche una pista da sci al coperto e si potrà fare un giro in sottomarino. Fonte Sun Sentinel- Triple Five LLC

Quelli che ora sono ettari incolti ed inutilizzati tra l’Iterstate 75 ed il Florida’s Turnpike dovrebbero diventare una vera e propria città, composta da 2000 unità immobiliari, un centro direzionale da 100 mila metri quadrati, un polo commerciale da 350 mila metri quadrati (che già da solo farebbe impallidire i “giganti” del Sud della Florida, Aventura Mall e Sawgrass Mills , ed il più esteso, il “Mall of The Americas” in Minnesota) corredato da un hotel da 2000 posti letto, un parco acquatico, un parco a tema, cinema, impianti sportivi, pista da sci al coperto, e, dato che siamo in Sud Florida, la possibilità di praticare pesca sportiva e di fare un giro….in sottomarino.

L’area di progetto come appare oggi. Fonte Sun Sentinel

Il parco commerciale-ricreativo, denominato appunto “American Dream Miami” è frutto del sogno della compagnia Triple Five/International Atlantic LLC, che con quest’investimento da 4 miliardi di dollari dovrebbe portare 25 mila nuovi posti di lavoro e dare un forte impulso all’economia delle piccole-medie imprese locali. Il centro residenziale-direzionale è invece un progetto immobiliare concepito delle Compagnie Graham. Questa impresa colossale prevede un periodo ventennale per la completa realizzazione. Triple Five e Graham stanno lavorando alacremente per presentare il piano di sviluppo nei due appuntamenti previsti per il 7 maggio, davanti al Comitato consultivo per la pianificazione della Contea, e il 17 maggio, quando si terranno le votazioni finali presso la Commissione della contea di Miami-Dade.

L’area su cui dovrebbero sorgere i due progetti. I cerchi in rosa sono le zone nevralgiche per il traffico veicolare. Fonte: Sun Sentinel 

Il progetto avrà un enorme impatto sulle due contee, soprattutto sulla viabilità, e sebbene il progetto preveda alcuni importanti interventi stradali di collegamento, i funzionari della Contea di Broward, e della città di Miramar, in particolare, temono che l’incremento del flusso veicolare previsto (oltre 70 mila auto in più al giorno, quasi 30 milioni di visitatori l’anno a progetto ultimato) possa avere un impatto disastroso malgrado le opportune implementazioni viarie. Non ci resta che aspettare che l’ ”American Dream Miami” diventi realtà.

Commenti Facebook

LASCIA UN COMMENTO