Il tanto atteso Keynote di Settembre ha segnato un traguardo importante per l’azienda californiana: l’apertura, in occasione del decimo anniversario dell’iPhone, del Parco Apple. Il parco interamente di vetro è stato progettato dallo studio britannico Foster+Partners, il quale, condividendo i valori cardine di Apple, ha strutturato un Parco a base circolare con struttura in vetro in modo da favorire la simbiosi con la natura e la visione dello splendido paesaggio californiano che lo circonda.

La trasparenza della struttura favorisce inoltre la connessione tra interno ed esterno, la connessione tra le persone, gli scambi e, in quanto ambiente aperto, gli stimoli. Il Keynote ha avuto luogo nello Steve Jobs Theater, un auditorium con 1000 posti a sedere quasi completamente underground, sormontato da un padiglione circolare con pareti in vetro  alte sei metri. L’ Apple Park ha visto togliere all’asfalto 175 acri di terreno, pari a 70 ettari, con la conseguente piantagione di 9000 piante curata dallo studio per esterni Philadelphia Studio OLIN. In perfetta ottica d’innovazione e tecnologia è dotato di una delle più grandi installazioni di pannelli solari che garantiscono un approvvigionamento energetico al 100% di energia rinnovabile.

Il pretenzioso progetto darà l’inizio ad un percorso di investimento nel rinnovamento dei siti online e delle strutture retail già presenti sul territorio, o “City Squares”, come definite dalla CHIEF Angela Ahrendts; fra questi l’Apple store sulla Fifth Avenue e quello sugli Champs Elysee. Ci sarà inoltre l’apertura di nuovi centri Apple nel mondo: Al teatro Ben in piazza Liberty a Milano, e l’Apple store sulla Michigan Avenue a Chicago. Tim Cook, volto ben noto a tutti gli appassionati della “Mela” e sensibilmente emozionato, ha aperto l’evento allo Steve Jobs Theatre dedicando questa imponente costruzione alla memoria di Steve Jobs, DNA e genio fondatore di Apple.

Prima di dare il via alle danze, ha ricordato gli eventi che hanno flagellato gli Stati uniti d’America: Harvey in Texas e Irma in Florida, sottolineando l’impegno anche di Apple affichè si possa aderire, attraverso iTunes e i propri retail, all’iniziativa HAND to HAND. Durante il Keynote sono state presentate le varie novità. Ricordiamo l’iwatch di quarta generazione, la nuova versione di apple TV, che gestirà la risoluzione 4k HDR e iPhone 8. Fiore all’occhiello della presentazione il nuovo iPhone X che con le sue novità ci proietta sempre di più in un futuro tecnologicamente interattivo.

Commenti Facebook

Condividi
Articolo precedenteMiami nella TOP TEN delle città più verdi del mondo
Articolo successivoFondente, Latte, Bianco?…no, Ruby!
Laura Vailati
Lettere e Filosofia ad indirizzo artistico; per 13 anni responsabile per la qualità di un laboratorio agroalimentare. La passione per l’arte l’ha portata a frequentare corsi presso l’associazione illustratori Ars in Fabula di Macerata, con personaggi di spicco dell’ambiente fra i quali Roberto Innocenti, Maurizio Quarello, Miguel Tanco. Appassionata di pasticceria consegue il titolo presso CAST Alimenti, la prestigiosa scuola di pasticceria del Maestro Iginio Massari. Consegue il titolo di “chocolatier” frequentando il corso speciale con il Maêtre Chocolatier svizzero Eliseo Tonti. Spostandosi all’estero, per seguire il marito trasferitosi negli States per lavoro, frequenta corsi con i più grandi pasticceri nel paesaggio internazionale: Christophe Felder, Jean Michael Perruchon, Christophe Michalak, Antonio Bachour, John Martin, Francisco Migoya fra i tanti… Il motto: Vedere è indagare e indagare è conoscere.

LASCIA UN COMMENTO