Un Auto Pride è un corteo in cui macchinoni sfilano per la gioia di smartphone e appassionati, un po’ ostentazione con quel tocco Miami-style di tamarraggine che abbiamo imparato ad amare, un po’ quella voglia di viaggiare in compagnia. Uno spettacolo di motori e scoppi di rilascio che solitamente conquista anche chi non ama particolarmente il mondo delle quattro ruote, ma c’è sempre chi vuole farsi notare di più. Per questo, a Key West, la scorsa settimana il proprietario di una Lamborghini Aventador, per non essere da meno dagli altri, ha deciso di mettersi in posa assieme al suo bestione da 300.000€ e più di listino: è smontato dal bolide, si è guardato attorno pieno d’orgoglio, ha preso la rincorsa e con un balzo è atterrato sul parabrezza, che non è stato certo progettato come pavimento o pedana.

CRACK!

Istantanea la reazione degli spettatori, cui si è spezzato il cuore e anche il portafogli ad assistere a un simile spreco e irresponsabilità. Istantanea anche la reazione della ragazza dell’autista, che non ha avuto nemmeno il tempo di uscire dal finestrino per godersi la situazione e l’attenzione dei telefonini che il vetro era già crepato.

Lei si dev’essere arrabbiata parecchio

Lasciando perdere questo povero esibizionista, la CORSA AMERICA Rally arriverà in Europa a Settembre, con pernottamento a Modena e l’obbligatoria visita agli stabilimenti e al museo Lamborghini, a Sant’Agata Bolognese.

Commenti Facebook

LASCIA UN COMMENTO