Dorian, ormai declassificato a categoria 1, ha raggiunto la Carolina del Sud creando comunque non pochi disagi, colpendo la costa americana con venti da 170 km e provocando gravi inondazioni: nella sola Charleston sono stati registrati più di 180 millimetri di pioggia caduti in poche ore. Le persone che hanno dovuto abbandonare le proprie case sono più di 441.000. Nelle Bahamas il bilancio è di quelli terribili: si contano ben 5.500 dispersi (dato indicato dal sito DorianPeopleSearch.com) e i morti accertati stanno aumentando di ora in ora, arrivando al momento a 30. Il ministro della salute delle Bahamas Duane Sands ha infatti riferito alla BBC che il conteggio finale delle vittime potrebbe risultare sconcertante…

Commenti Facebook

Condividi
Articolo precedenteGrand National Championships 2019: il ballo standard e quello latino protagonisti a Miami
Articolo successivoAeroporto di Miami: tentato sabotaggio, arrestato meccanico
Avatar
Giurista d’impresa ed esperto in diritto internazionale ha lavorato per 4 anni a Bruxelles, prima in uno studio di consulenza inglese e poi al Parlamento Europeo, partecipando nel tempo alle Commissioni INTA (Commercio Internazionale), REGI (Sviluppo Regionale), TRAN (Trasporto e Turismo) e ENVI (Ambiente, Sanità Pubblica e Sicurezza Alimentare). Per la Commissione INTA ha seguito in particolar modo i dossier Made in e il TTIP (Trattato transatlantico sul commercio e gli investimenti tra Europa e USA). Oltre alla conoscenza approfondita del diritto d’impresa è stato nel passato anche general manager e CEO di aziende.

LASCIA UN COMMENTO