Miami-Dade non può permettersi di costruire più linee ferroviarie e dovrebbe investire milioni in dollari in vie di comunicazione e mezzi di transito, creando sistemi di autobus espressi modernizzati in continua rotta a nord e a sud. Così il Sindaco di Miami Dade, che nella sua mente significa perseguire obbiettivi raggiungibili: “essere realistici, portarci giù in terra”, ha continuato ad affermare Gimenez ai membri di un consiglio di trasporto della contea e alla stampa.

“So che ci sarà una spinta. So che ci saranno molte persone che hanno idee diverse su cosa dovremmo fare. Ma abbiamo studiato questo progetto per tanto tempo. E questi numeri sono più che mai reali “.

La proposta di investire 53 milioni di dollari di risorse pubbliche in infrastrutture e in percorsi più rapidi di autobus implica indefinitamente l’espansione di Metrorail promesso agli elettori nel lontano 2002, quando durante un referendum su una tassa di trasporto dello 0,5% che regolarmente istituita, oggi genera circa 250 milioni di dollari l’anno di introiti per l’erario pubblico. Questo comporterebbe un forte rallentamento del celebratissimo piano SMART del sindaco per espandere il transito rapido in tutto il territorio della Florida, attraverso la progettazione di un servizio autobus veloci, dotati delle più avanzate tecnologie e con corse brevi, piuttosto che la previsione originale del piano stesso che consisterebbe nell’estensione della ferrovia storica in più direzioni a livello nazionale.

Gimenez e i suoi collaboratori, confermano l’esistenza di fondi e di aver effettuato previsioni finanziarie a lungo termine (40 anni) per consentire a Miami-Dade di contribuire a sovvenzionare un’espansione di Tri-Rail lungo piste esistenti, con la sovvenzione di gruppi industriali del settore privato di Biscayne Boulevard nel nord-est di Miami-Dade. Tuttavia questo cambio di rotta pare non piacere a tutti. Infatti alcuni dirigenti eletti nell’amministrazione Gimenez, hanno rifiutato di abbandonare le ambizioni ferroviarie previste originariamente nel Piano urbanistico dei trasporti e delle infrastrutture SMART. I Dirigenti comunali, ricordano come Gimenez stesso abbia presentato il progetto più volte durante la sua campagna di reinsediamento lo scorso anno, pubblicandolo su un annuncio televisivo intitolato “Più linee Ferroviarie”.

Una voce che spicca tra chi è contrario allo stravolgimento del progetto ferroviario è il commissario Barbara Jordan “Se vogliamo mettere le persone fuori dalle loro auto, non ci riusciremo proponendo un ” autobus di transito rapido “, ha controbattuto a Gimenez, affermando: “I cittadini lasceranno l’auto in garage per un sistema ferroviario più efficiente e più capillare”.

Un’altra voce dissidente è quella di Alice Bravo, capo del transito dell’amministrazione Gimenez: “Acquistando i terreni destinati al progetto SMART, lungo la 27a Avenue nord-ovest, Miami-Dade si sarebbe assicurato i beni immobili necessari su cui far posare una futura linea ferroviaria, e trovando le risorse, la contea poteva permettersi un futuro sostenibile. Quello che fai adesso è un pagamento anticipato per la ferrovia futura”, ha detto.

Esteban “Steve” Bovo, Presidente della Commissione della Contea, ha dichiarato di aver rallentato la proposta di legge per far sì di accelerare il progetto della ferrovia, in modo da non creare conflitti con i piani di sviluppo dell’amministrazione. Bovo ha dichiarato inoltre di voler introdurre una proposta di legge che invita gli sviluppatori privati a presentare proposte di transito per i sei corridoi previsti dal Piano SMART, per far sì che la Contea di Miami-Dade versi soldi in una delle proposte presentate nel bando.

“Qualsiasi progetto in questa contea deve essere alimentato”, ha detto Bovo. “Saremo audaci, o non saremo audaci.”

Durante la riunione del Consiglio dei Trasporti presieduto dal Commissario Giordania, Bovo e gli altri 11 commissari, si sono alternati nel dibattito sull’organizzazione e la pianificazione dei trasporti, sulla gestione del processo di studio del Piano SMART. E’ stata la prima volta che l’amministrazione Gimenez ha delineato un piano dettagliato per espandere il transito come parte del processo SMART. La proposta di spendere quasi 300 milioni di dollari in fondi congiunturali su corsie speciali e overpass per essere utilizzati da una nuova generazione di autobus destinata a sopperire ai treni, prevede anche la creazione di stazioni di scesa dei passeggeri con l’aria condizionata, dotate della tecnologia pre-ticketing. Il Sindaco ha poi aggiunto che in circa cinque anni ci sarebbero abbastanza fondi di riserva per aiutare a sovvenzionare un’espansione di Tri-Rail o di una ferrovia pendolare privata lungo i binari di proprietà della Florida East Coast Railway, che attualmente sta potenziando la linea ferroviaria Brightline tra Miami E Orlando.

Il suo piano porterebbe a Miami-Dade il primo sistema noto come “transito rapido per autobus” entro tre anni. Il progetto vedrà corsie dedicate agli Autobus separate dal traffico quotidiano che percorrono un numero limitato di fermate rapide con depositi ferroviari, consentendo l’acquisto anticipato di biglietti e l’imbarco di gruppo. Infine il Sindaco ha sottolineato come l’acquisizione del terreno nel corridoio nord avrebbe compiuto un enorme sforzo finanziario indispensabile per costruire la ferrovia e anche se le circostanze finanziarie della contea o di Miami-Dade fossero state migliori, occorrerebbe trovare altre fonti di reddito per il transito ferroviario. Ciò potrebbe includere la richiesta di ingenti fondi federali, che i Funzionari della Contea sanno, non arriverebbero per l’anno in corso.

Tra qualche mese vedremo chi ha avuto la vision migliore.

Commenti Facebook

LASCIA UN COMMENTO