FORT LAUDERDALE: l’operazione condotta dalla Guardia Costiera, che ormai indaga da tempo nella zona del porto, fa saltare il giro d’affari da 300 milioni di $ di cocaina ed eroina al Porto di Everglades. Sono stati sequestrate più di 10 tonnellate di farmaci e droghe in una operazione condotta ieri, martedì 14 novembre. I container al cui interno erano stoccati i medicinali con dentro la droga, sono stati sequestrati già prima che arrivassero via mare al porto nella contea di Broward, in una operazione congiunta con le forze di polizia del Messico e che si è articolata per tutta l’America Centrale, con agenti selezionati e d’élite della Guardia Costiera degli Stati Uniti. Il valore dei farmaci prelevati da alcuni sospetti contrabbandieri, è di circa 300 milioni di dollari. L’operazione durata alcuni mesi, di cui molti spesi per appostamenti via terra e via mare, ha permesso all’unità navale della Guardia Costiera “Cutter Spencer” di tornare alla base con un ricco bottino: 10 tonnellate di cocaina e più di 50 libbre di eroina.

Dopo l’operazione conclusasi al meglio, il Comandante dell’unità navale Cutter Spencer, John McTamney, ha dichiarato: “Questa operazione rappresenta un’importante colpo per la continua disgregazione della rete capillare di distribuzione su cui appoggiano varie organizzazioni criminali internazionali. Il grosso del carico dei farmaci è stato sequestrato durante le missioni difficili nelle acque meridionali della Florida a Confine con il Messico, altrettanta è stata recuperata con sorvoli di elicotteri che hanno appoggiato l’affiancamento delle unità navali della Guardia Costiera ai bastimenti ritenuti sospetti. Durante i mesi scorsi gli uomini della Guardia Costiera hanno intercettato 14 diverse corse, ritenute idonee al contrabbando della droga“.

Nella lunga esposizione alla stampa gli ufficiali del corpo navale, affermano che spesso la cocaina veniva caricata pura e non tagliata. Prosegue poi il Comandante McTamney che queste operazioni possono durare mesi con appostamenti, analisi dati e raccolta delle informazioni, e che al momento di passare all’azione, spesso si attende la notte: “Considerate che affiancare una nave cargo che non è segnalata con luci di navigazione a norma non è semplice, sopratutto se naviga ad alta velocità per cercare di eludere i controlli; sono $ 300 milioni di dollari di cocaina che gli americani non compreranno, non utilizzeranno e non ne soffriranno“, ha affermato il comandante McTamney.

Le autorità portuali e marittime deterranno una parte di questa merce contenente sostanze stupefacenti come prove per poterle utilizzare come mezzo di prova nel procedimento giudiziario che vedranno imputati i contrabbandieri. Il resto andrà totalmente distrutto. 

Commenti Facebook

LASCIA UN COMMENTO