La scena è apocalittica. Un’immensa voragine di 14 metri di diametro si apre nel terreno, sotto un cumulo di materiale di scarto di una azienda di fertilizzanti. Tra questo materiale c’è anche fosfogesso, che deriva dalla produzione del fosforo ed è radioattivo. img_3378Un’immane cascata di 980 milioni di litri di acqua radioattiva si riversa dentro la voragine, raggiungendo una delle principali  fonti di acqua potabile della Florida, che fornisce acqua da bere a milioni di residenti. La falda acquifera si estende infatti dalla Florida fino al Sud dell’Alabama, Georgia e Sud Carolina.

E’ un operaio dell’azienda a scoprire  la voragine il 27 agosto scorso. Siamo a Mulberry, dove ha la sede Mosaic, l’azienda produttrice di fosfati più grande del mondo. La società ha allertato  immediatamente la autorità statali e federali competenti e ha predisposto l’intervento di operai per il pompaggio dell’acqua. Per la società tutto è sotto controllo e l’acqua contaminata non avrebbe raggiunto le condutture private.img_3380 Ma c’è da crederci? Non esita a manifestare perplessità Jacki Lopez, direttore del Centre of Biological Diversity. A lui,  il ritardo di tre settimane della segnalazione non è andato proprio giù. E controlli serrati sono stati predisposti dal Dipartimento di Stato della Protezione ambientale, che verificherà che l’azienda esegua  tutti gli interventi necessari a tutela della salute dei cittadini e a difesa dell’ambiente. Ma intanto i residenti della zona non se la bevono e preferiscono l’acqua in bottiglia.

Commenti Facebook

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here