Irma sta per lasciare le coste di Cuba e dirigersi verso nord ovest, puntando le Florida Keys, Marco Island e Naples, spostando di qualche decina di chilometri la sua traiettoria. Ma quando si parla di una tempesta che ha un diametro di quasi 700 chilometri, uno scarto del genere è in pratica inavvertibile. Le autorità insistono a dire che è l’estensione della tempesta a renderla una potenziale catastrofe per l’intero stato. La conseguenza più temuta e pericolosa di questo uragano sono le ondate di burrasca e il conseguente aumento del livello del mare che in alcuni punti della costa potrebbe arrivare fino a 6 metri.

Durante l’uragano, i venti ed il moto ondoso possono alzare il livello del mare di diversi metri. Situazione potenzialmente letale per tutte le aree costiere

L’ordine di evacuazione obbligatoria dalla costa è stato emesso proprio per evitare possibili vittime del mare. Una mareggiata di queste proporzioni è molto più pericolosa e potenzialmente letale di una tempesta di vento, seppur con venti a 200 all’ora, o di allagamenti delle zone più interne dovuti alle forte piogge. Questo è quello che senza interruzioni, da martedì scorso, le autorità continuano a ripetere.

Mappa inondazioni

Le Florida Keys aspettano il passaggio dell’occhio dell’uragano nella serata di oggi, forse nelle prime ore di domani. Alcuni dei residenti, soprattutto a Key West, sono rimasti nelle loro case, anche se le previsioni danno piogge torrenziali in aggiunta alle mareggiate e l’intera popolazione ha ricevuto l’ordine di evacuazione obbligatoria.

Registrazione all’ingresso degli shelter: in genere sono edifici scolastici situati a quota più elevata rispetto al livello del mare.

Gli ordini di evacuazione obbligatoria si stanno succedendo lungo entrambe le coste, fino all’Alabama e al Sud Carolina. Miami Dade, Broward e Palm Beach e Naples hanno già terminato le operazioni di messa in sicurezza ed evacuazione dalle zone previste dai piani di emergenza, chi ha deciso di rimanere lo farà a proprio rischio e pericolo. Molte delle persone scappate dal Sud della Florida per andare ad Orlando, Tampa, Atlanta, Memphis, ora si trovano di nuovo minacciate dalla tempesta.

Irma track: percorso di Irma secondo l’ultima previsione dell’Hurricane Hurricane Center.

Molte famiglie, nella zona di North Miami, hanno preferito barricarsi nelle “Safe Room”, i bunker progettati all’interno dei grattacieli sulla costa. Numerose sono state le persone che hanno deciso di rifugiarsi negli “Hurricane Shelters”, luoghi lontano dalle ondate di marea ed in grado di sopportare la forza dei venti. Attualmente, dalle 12.00 di stamani in tutto il sud della Florida (dalle Keys su fino a Tampa e Jacksonville) è in atto anche l’allerta tornado, perché i venti periferici dell’uragano stanno creando le condizioni ideali per questi fenomeni atmosferici. Per questo motivo in Miami Dade e Broward County è stato messo in atto il coprifuoco a partire dalle 14.00 di oggi. Da ieri sera tutti i maggiori esercizi commerciali sono chiusi, così come gli aeroporti di Miami e Fort Lauderdale.

Commenti Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here