LAUDERHILL – Mancano pochi minuti a mezzogiorno quando anche la contea di Broward ha completato il riconteggio a mano dei voti delle ultime elezioni dopo una settimana di confusione e piccoli intoppi. Nella corsa  al ruolo di commissario agricolo i nuovi numeri vedono 78 voti in più per il repubblicano Matt Caldwell e 178 in più per il democratico Nikki Fried, che sta continuando la sua rimonta in tutto lo stato.
Le corse per i posti da senatore degli Stati Uniti e da governatore della Florida si sono risolte già durante il riconteggio meccanico dei voti con il sindaco di Tallahassee, il democratico Andrew Gillum, che ha riconosciuto la vittoria del suo avversario repubblicano Ron DeSantis proprio ieri. Oggi invece dovrebbe toccare al senatore democratico Bill Nelson riconoscere la vittoria del governatore repubblicano Rick Scott nella corsa per il Senato.

La fine del riconteggio dei voti arriva dopo la contea di Broward aveva fatto i conti con schede mancanti ed errori di tabulazione. Più di 2000 scrutini erano stati archiviati sabato ma i voti mancanti sono stati trovati nel Supervisor of Elections Office di Lauderhill e aggiunti al conteggio finale.

A livello locale quattro elezioni – sindaco di Plantation, sindaco di Pompano Beach, un seggio della commissione West Park City e un seggio distrettuale per lo sviluppo della comunità di Walnut Creek – si decideranno con il riconteggio manuale ma i risultati non saranno ufficializzati prima di martedì.

Commenti Facebook

Condividi
Articolo precedenteDopo la vittoria coi Nets, gli Heat vengono fermati di nuovo dai Pacers
Articolo successivoInarrestabile King James a Miami
Alessandro Petrini
Formazione classica e grande passione per la cultura francese, l’economia e lo sport. Sono giornalista, imprenditore e allenatore di pallacanestro. Dopo un anno in Svizzera, a Losanna, sono rientrato in Italia dove ho dato il via alla mia agenzia di comunicazione - Clip Comunicare - e a Fullcourt, un progetto che vuole creare opportunità negli Stati Uniti per i giovani atleti europei. Ora vivo a New York, da dove ogni giorno provo a far conciliare tutto questo.

LASCIA UN COMMENTO