Come vi avevamo anticipato nelle settimane scorse, scaduta la dead line per versare la clausola di aumento di capitale da 32 milioni di dollari, la Società del Milan è passata dal gruppo Cinese capitanato da Yonghong-Li al Fondo di Investimenti statunitense Elliott. Ufficialmente il Fondo Elliott Management Corporation prenderà le redini della società soltanto dal 21 Luglio, dopo che ci sarà l’Assemblea dei Soci in cui verranno ratificate dallo stesso organo le dimissioni del precedente CDA e si insedierà quello con gli uomini di fiducia del Gruppo Statunitense.  La carica di Presidente è quasi del tutto certo che sarà affidata a Paolo Scaroni, uomo con un alto standing ai vertici di molte aziende a livello internazionale, basti pensare che negli ultimi 12 anni è stato AD di Enel e più recentemente Vice Presidente della Banca d’affari Rothschild. Ormai sembra rinviata dunque la compravendita della Società calcistica da parte del Gruppo Americano Elliott ad altri interlocutori americani, rilasciando una nota alla stampa in cui si afferma la volontà di intraprendere un progetto nel medio e lungo termine di risanamento dei conti secondo le norme del Fair Play finanziario europeo e riportare la Squadra a livelli internazionali degni della sua storia. Per cui chiusa la porta della cessione, si apre la finestra della partecipazione societaria, in cui lo stesso Riccardo Silva, attuale Presidente del Miami F.C. è intenzionato a comprare il 2% della società stessa. Nei prossimi articoli, vi terremo aggiornati sulla situazione in Casa dei Diavoli rossoneri.

Commenti Facebook

LASCIA UN COMMENTO