Le ultime notizie diffuse dal National Hurricane Center vedono Irma aumentare di forza (i venti hanno raggiunto le 180 miglia orarie (288 chilometri orari).

Il Governatore della Florida oggi a Naples ha indetto una conferenza stampa in cui è stata descritto il massiccio dispiegamento di forze messo in campo dallo stato e dalle singole contee per fronteggiare l’emergenza.

Si è rivolto poi alle famiglie, invitandole a non farsi trovare impreparate, citando il detto comune in Florida durante la stagione degli uragani: “prepararsi al meglio aspettandosi il peggio”.

A Miami e Fort Lauderdale da stamattina si sono formate lunghe code ai supermercati, gli scaffali si sono svuotati in poche ore, e ci sono ancora moltissime persone in coda all’esterno dei centri commerciali in attesa dei rifornimenti.

I supermercati sono stati sommersi di richieste circa la frequenza dei riassortimenti, ma sembra che tutti garantiranno due approvvigionamenti quotidiani di acqua.

C’è ancora tempo quindi per fare scorta di tutto l’occorrente, ricordiamo che acqua (una scorta di 3 litri a persona al giorno per almeno 3 giorni), alimenti non deperibili, benzina, farmaci sono i fondamentali.

Le bombole di gas propano per alimentare le cucine da campo (ricordiamo che tutti i piani cottura nelle abitazioni qui sono in genere alimentati ad energia elettrica, e quindi potenzialmente inutili in caso di interruzioni di corrente) sono arrivate in gran numero e andate subito esaurite in quasi tutti i negozi specializzati e nei supermercati. I manager degli esercizi commerciali hanno dichiarato che le scorte si verranno quanto possibile riassortite nel corso dei prossimi giorni.

Le città di Tampa e Miami Beach distribuiranno 10 sacchi di sabbia a famiglia, inoltre è stata decretata l’evacuazione dei turisti presenti nella Contea di Monroe (Florida Key) a partire da domani mattina.

Commenti Facebook

LASCIA UN COMMENTO