Local 10 riferisce che questo mercoledì una parte della spiaggia di Miami Beach è stata evacuata per un allarme bomba: le correnti marine avevano infatti trasportato a riva un oggetto militare dall’aspetto decisamente minaccioso. 

I lifeguard in servizio hanno chiamato il dipartimento di polizia di Miami Beach verso le 11:00 e gli agenti di polizia hanno subito isolato l’area per permettere all’artificiere di rimuovere il dispositivo.

Quello che ha più allarmato i presenti  era la scritta ben evidente sul dispositivo: “Do not handle, contains phosphorous, may cause…”(Non maneggiare, contiene fosforo, può causare …)

Nell’operazione è stato utilizzato anche un drone della polizia che ha permesso di fotografare il dispositivo. Gli ufficiali hanno però riferito, dopo un’attenta analisi, che il dispositivo non era pericoloso, ma che comunque era giusto agire con molta cautela perché molto simile ad oggetti ben più pericolosi.

Infatti l’artificiere Sean Klahm, del dipartimento di polizia della contea di Miami-Dade ha dichiarato: “Si tratta di un burning flare, la Guardia Costiera li utilizza regolarmente nella sua attività notturna per avvistare navi e aerei”.

L’evacuazione è stata comunque necessaria poiché anche un “burning flare” ancora attivo poteva creare non pochi problemi.

Commenti Facebook

LASCIA UN COMMENTO