Sta per prendere il via a Miami Beach la tredicesima edizione di Design Miami/, un’esposizione dove le più esclusive gallerie del mondo presentano le loro collezioni: mobili, complementi d’arredo, oggetti d’arte, gioielli, pezzi unici ed in serie limitate del XX e XXI secolo. Arricchiranno l’esposizione dei galleristi (ora in allestimento su Meridian Avenue all’altezza della 18esima strada, proprio di fronte ad Art Basel) installazioni, conferenze, eventi, presentazioni, oggetti, frutto della collaborazione tra Design Miami/ e istituzioni, sponsor e partner.

La titolare della Galleria Erastudio, Patrizia Tenti

Chi sono i galleristi italiani:

Erastudio Apartment Gallery Milan di Patrizia Tenti, specializzata in design italiano dagli anni ‘60 agli anni ’80, con pezzi di arredo di Riccardo Dalisi, Angelo Mangiarotti, Alessandro Mendini, Giò Ponti, Ettore Sottsass e Nanda Vigo.

Galleria Antonella Villanova Firenze, specializzata in gioielli ed oggetti disegnati da artisti e designer di fama mondiale come

Antonella Villanova, titolare della Galleria omonima

Giampaolo Babetto, Roberto Baines, Manfredi Bishoff, Esther Brinkmann, Helen Britton, Monica Cecchi, Peter Chang, Francesco Coda, Georg Dobler, Giacomo Piuss, Nur Terun.

Curio – La sezione “Curio” (da “curiosity”, curiosità) porrà l’accento sui risultati (curiosi e preziosi) della fusione tra le più avanzate tecnologie e le tecniche tradizionali. Molti i partecipanti, peculiari in differenti aspetti legati al design.

Rapid Liquid Printing, MIT Assembly Lab and Christophe Guberan, 2017 (Foto Courtesy of Patrick Parrish Gallery)

La Galleria di Patrick Parrish produrrà oggetti letteralmente sul momento grazie al design di Cristophe Guberan e all’utilizzo di una stampante 3d di ultima generazione proveniente dai laboratori del Massachussetts Institute of Technology. Lo Studio Maniera presenterà edizioni limitate di arredi creati dalla sinergia di artisti, artigiani ed architetti. Lindsey Adelman mostrerà una serie di lampade create partendo dai principi del filosofo e fisico Carlo Rovelli. Lizworks suggerirà una riflessione sul “cibo come materiale(d’arte) e materiale (d’arte) come cibo”, presentando la serie completa TFO (Time for Oatmeal) di Ferdinando e Huberto Campana.

X-Chair, Tom Sachs 2017 (Foto courtesy of Salon 94 Design)

Salon 94 porterà la collezione di sedute di Tom Sachs i cui componenti sono stati tagliati da una stampante laser per poi essere rifiniti ed assemblati a mano in atelier ispirandosi alla tecnica giapponese ad incastro.

Talks – Parallelamente all’esposizione, si terranno una serie di conferenze sul design che toccheranno temi più attuali e risonanti, a cui parteciperanno creativi, designer, collezionisti e critici il cui operato è di grande impatto nel panorama mondiale. Alcuni dei temi: “Ridefinizione dell’impatto cuturale: come le nuove tecnologie influenzano artisti e creativi”, “Il potere dell’Architettura come segno: Miami e Chicago”, “La città ideale: la nuova architettura del Miami Design District”, “Mwabwindo School: progetto vincitore del Panerai Design Miami/ Visionary Award”. Nello spazio esterno i visitatori potranno ammirare l’opera di Christ e Gantenbein, due giovani architetti che hanno progettato un sistema modulare di sedute prodotte in modo ecosostenibile, parte del progetto vincitore di quest’anno del Panerai Design Miami/ Visionary Award.

Uno dei pezzi esposti della collezione “Objects Nomades” di Louis Vouitton

Collaborazioni – Tra le collaborazioni, oltre a Douglas Elliman (Sponsor e moderatore delle conferenze), ad Audi, a Louis Vouitton, AirBandB, LOT e Maison Perrier/Jouet, ci sarà FENDI, con FENDI/WELCOME! , per cui la designer Chiara Andreatti ha creato un’ambiente primordiale e lussureggiante che mette in risalto pezzi di alta qualità artigianale e grande raffinatezza grazie a materiali come cuoio, pelliccia, bambù, ceramica, vetro, ottone, fibre di cocco.

Eventi Satellite – Presso la Temple House, l’iconico edificio di Miami beach tra Euclid Avenue e la 14esima strada, COS presenta un’installazione sensoriale del duo anglonipponico SWINE dal titolo “New Spring”.

Nuages, Ronan and Erwan Bouroullec 2017 (foto courtesy by designers and MDD)

L’altro evento satellite sarà al Miami Design District: la presentazione di “Nuages” dei fratelli Bouroullec al Paseo Ponti.

Per l’elenco completo degli espositori e degli eventi e tutte le info : www.designmiami.com

 

Commenti Facebook

LASCIA UN COMMENTO