Il Ministero degli Affari Esteri ha indetto la terza edizione del Premio per ricercatori e startupper italiani operanti all’estero.
Il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale ha istituito questa terza edizione suddividendo in due categorie i partecipanti:

La prima categoria comprende il “Premio italiano bilaterale di cooperazione scientifica”, un riconoscimento che andrà al ricercatore o allo scienziato italiano che, con il suo operato all’estero è riuscito a contribuire in maniera determinante al progresso della scienza e della tecnologia, migliorando così le relazioni internazionali tra L’Italia e ogni altra Nazione nel Mondo;
La seconda categoria comprende il “Premio Innovazione che parla italiano” che andrà a colui o a coloro che porteranno l’innovazione tramite una start up, nel campo della comunicazione, della tecnologia, della chimica, della meccanica, così come nel commercio, nella finanza ecc. così da riconoscere il valore innovativo della tecnologia Startups, operante all’estero e fondata da cittadini italiani.

Vi ricordiamo che la scadenza per le domande è il 1 febbraio 2019.

Il premio, che sarà conferito a Roma, in Italia, consiste in una medaglia e un diploma del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, e verrà consegnato durante la Conferenza degli Addetti Scientifici Italiani (in una data che vi comunicheremo a breve).
Per leggere il testo completo degli annunci, per informazioni sui requisiti di ammissione e su come fare domanda è possibile visionare i seguenti bandi:

Ricercatori – “Premio bilaterale di cooperazione scientifica italiana”: https://www.miamisic.org/site/wp-content/uploads/2019/01/call_scientist_english.pdf

Start up – “L’innovazione che parla”:

https://www.miamisic.org/site/wp-content/uploads/2019/01/call_startupper_italiano.pdf

Rimanete con noi per ulteriori sviluppi e aggiornamenti sul bando di concorso e sullo svolgimento della manifestazione.

Commenti Facebook

LASCIA UN COMMENTO