Il fascino di Miami ha colpito ancora. Questa volta , la sua vittima  è un altro grande ambasciatore dell’italian style, icona del mondo dell’alta orologeria e del design italiano. Italo Fontana, il re degli orologi più trend del mondo, accetta di incontrarci proprio perché attirato dal fascino di Miami. Si sa, glamour chiama glamour. E anche per U-Boat, il valore del made in italy emerge in tutta la sua incontrastata potenza. La lavorazione degli orologi U-Boat è quella riservata ai gioielli: ogni singolo esemplare è lavorato a mano, con estrema precisione in tutte le fasi, dalla progettazione alla realizzazione. Un processo produttivo caratterizzato dall’estrema cura e attenzione per i dettagli. Trenta i modelli, molti dei quali presenti sul mercato  in  produzione limitata e numerata. Generalmente unisex, fa eccezione  una linea da donna, con il quadrante più piccolo. Un made in italy di eccellenza. Un’eccellenza riconosciuta ormai internazionalmente e che ha fatto di  U-boat un prodotto iconico dello stile italiano.Tanto che in qualche caso, la gente fa la fila per accaparrarsi quello che è ormai diventato un oggetto di culto. Come è successo alla recente Fiera di Basilea, dove la gente era in coda per potersi aggiudicare uno dei 99 preziosi esemplari unici del modello Unicum. Al modico prezzo di 8000 euro. Un successone, non c’è che dire. Ma la notorietà non ha fatto montare la testa a Italo Fontana, che è riuscito a mantenere il profilo di persona semplice e diretta, nonostante la genialità si avverta a pelle. Lucchese doc, Italo Fontana,  è nato cinquantuno anni fa al Piaggione, l’estrema periferia di Lucca. E’ sposato con Laura e ha una figlia che si chiama Albachiara.  Fontana ci riceve nella sua splendida azienda, una tenuta immersa nel verde degli olivi, dei cipressi e dei filari di vite sulle colline di Gragnano, a Lucca. Icona del paesaggio toscano, l’ambiente circostante è un vero inno alla bellezza di cui Fontana ha curato i dettagli, per garantirne la massima espressione. Pura passione per il design. Così, si rimane estasiati dalla visione della piscina a sfioro realizzata in pietra di Matraia, dove sott’acqua,  è possibile sentire le romanze di Puccini cantate da Bocelli. In questo paradiso, Fontana vive e lavora:abitazione, uffici, laboratorio, magazzini e show room, tutto in un unico posto.Un’ oasi lontano dalle luci della ribalta, quasi un buen retiro. Tutto in sintonia con il carattere riservato che Fontana non cerca di nascondere.

Strana questa riservatezza, per un personaggio conosciuto come lei, Fontana…

“Questione di carattere… sono fatto così. Non sono il tipo che si mette in mostra e ho sempre detestato i boriosi. Il successo non mi ha cambiato, ho gli stessi amici di sempre… lo stile di vita è rimasto lo stesso, nonostante tutto.

I suoi genitori erano noti commercianti di Lucca, famosi per scelte antesignane nel campo della moda…Lei è un figlio d’arte, allora?

Certamente crescere in un ambiente vivace e creativo mi ha influenzato, come no…

La boutique “Russo”, in Via Fillungo, era un negozio trend, famoso per i capi di tendenza che i miei genitori reperivano in tutto il mondo e che  si trovavano solo a Roma e a Milano. Da qui la passione per  la  continua ricerca del nuovo”.

Una creatività nel DNA, a quanto pare….

“Sembra così….sono sempre stato un creativo. Prima degli orologi ci sono stati poltrone, caschi da moto, penne… Pensi che tra due mesi uscirà sul mercato una penna che ho disegnato per Dupont.”

Fontana ci invita a seguirlo e, attraversati diversi saloni del suo ufficio,  ci indica Lady, una lampada a forma di donna ad altezza naturale, fasciata in un abito nero che pare pelle ed invece è resina, il paralume al posto della testa. Ogni oggetto, ogni particolare di arredamento che è intorno a noi è frutto della creatività di Fontana, e della sua sfrenata passione per il design. Tavoli, divani, poltrone, soprammobili…. tutte opere d’arte al servizio di una quotidianità da sogno. Creazioni che ormai escono dalle mura di Gragnano e fanno bella mostra di sé in giro per il mondo. Alla fiera di Basilea, assieme agli U-Boat sono state esposte la penna in titanio e bronzo e la moto avveniristica, la prima U-Boat bike. Tutto, ovviamente, nelle sfumature del nero, il  colore preferito da Italo Fontana

Poltrone, lampade, penne… Ma come è arrivato agli orologi?

Sono sempre andato controcorrente, e anche in questo caso ho voluto sovvertire i diktat dell’epoca. Era il 1999 e gli orologi di allora rispettavano le stesse forme, erano piccoli di dimensione e pieni di funzioni… Io non ho mai voluto “seguire la moda”, e ancora una volta sono andato controcorrente. Da oggetto funzionale, ho  trasformato l’orologio in oggetto di design, cambiandone non solo l’aspetto ma anche la finalità. Perché gli orologi, in fin dei conti, sono i gioielli per gli uomini… destinati ad essere notati. Mi sono chiesto cosa avrei voluto indossare io per non passare inosservato ad una cena. E ho deciso di realizzare un prodotto di nicchia, non comune. Un oggetto con carattere, insomma, che esprimesse, con la sua forma, uno stile di vita.

Quali sono i cambiamenti apportati?

Innanzitutto ho spostato la pulsantiera a sinistra, in corrispondenza delle ore 9. Poi, sono intervenuto sulle dimensioni, aumentandole notevolmente, portando il diametro a 5,3 centimetri.

Beh, chissà come sono rimasti i suoi concorrenti….

La lascio immaginare… c’era chi mi chiedeva se avevo la sveglia al polso! Ma ero contento…. non passavo inosservato. Avevo raggiunto il mio obiettivo!

E la reazione del mercato?

“Molto particolare. I primi ad accogliere i nostri orologi furono incredibilmente i negozi di abbigliamento. Evidentemente erano capaci di decifrare il messaggio del design di U-boat.”

Un prodotto d’immagine, allora...

 “Non solo d’immagine. Gli standard di qualità qualità sono essenziali. Sulla qualità non ci si scherza. Mi sono rivolto ai  migliori produttori di movimenti in Svizzera da cui mi sono fatto produrre i miei movimenti, realizzati appositamente per la pulsantiera sinistra. Ogni pezzo è un’opera unica, prodotto dalla più fine manifattura italiana.”

Nel 2004, con la mostra di Basilea, il battesimo ufficiale di U-Boat  nel mercato mondiale…

“Il successo riscontrato nel mercato fino ad allora ci faceva ben sperare e ci ha convinto a scendere nell’arena e sfidare dei mostri sacri come Rolex, Patek Philippe e tutti gli altri marchi famosi di alta orologeria di tutto il mondo. Una bella sfida! “

Non ci tenga sulle spine… come andò?

“Quella fiera segnò il cambio di rotta per U-Boat… la diffusione sul mercato mondiale fu immediata,  e il successo conseguito ci ha permesso,  a distanza di tre anni , di fare un ulteriore passo, aprendo le boutique monomarca. Oggi le boutique sono 20, sparse in tutto il mondo.”

E dire che dietro U-Boat c’è un’azienda familiare…

“E’ vero, nell’azienda lavora mia moglie, i miei fratelli, diversi amici e parenti… siamo un team coeso, che lavora soddisfatto e in armonia, in un bell’ambiente.”

Chi è il cliente U-Boat?

“U-boat è un prodotto fortemente identitario. Lo sceglie chi non vuole avere un prodotto omologato, chi desidera qualcosa di particolare, unico, con forte personalità. Chi sceglie U-Boat sceglie l’oggetto e non il marchio…. per me è di grande soddisfazione sapere che ancora oggi, nonostante la notorietà del marchio, ci siano persone che  scelgano U-boat  solo per il modello e non per il marchio.”

Non è certamente un orologio alla portata di tutti…

“Diciamo che è un prodotto di nicchia…l’U-Boat meno caro costa 2000 euro, e il più costoso 100mila. Ma per qualcuno il costo non rappresenta un problema. All’inaugurazione del nostro negozio di Pechino l’anno scorso, un cliente asiatico ha sborsato  senza battere ciglio  80 mila euro per il  Classico da 150 grammi d’oro e diamanti rovesciati.”

U – Boat come marchio fortemente identitario… tanto da diventare amore a prima vista per tante celebrities…

“E’ vero, tanti personaggi famosi indossano U-Boat, e devo dire che talvolta vengono apposta qui ad acquistarli, come è successo per Arnold Schwarzenegger e Sylvester Stallone. E con molti di loro sono anche diventato amico…”

E Fontana sfoglia con noi il suo “Celebrity book,” l’elegante libro fotografico stampato nel 2012, a solo ad uso interno, che raccoglie le immagini delle star adornate dal mitico orologio. Oltre agli amici Arnold e Sylvester, scopriamo che l’U-boat è al polso di Tom Cruise, Giorgio Armani, David Beckham, Kenzo, Loris Capirossi, Renato Zero, Panariello, Beppe Grillo.

Secondo lei, Fontana, qual’è il segreto del successo del made in Italy?

L’italian style parla il linguaggio del bello e del buono, un linguaggio universale, compreso da tutti. E la creatività italiana deve molto alla bellezza del nostro paese.

U-Boat a Miami, amore a prima vista?

“Beh, Miami è la prima città che avevo scelto  per l’apertura delle mio mercato negli USA… “

E lo scoop arriva in esclusiva per Buongiorno Miami…

“Ho già effettuato dei sopralluoghi, quindi posso annunciarlo ufficialmente… A breve aprirò il mio primo monomarca a Miami.”

A questo punto, Buongiorno Miami, non resiste ….

Come s’immagina l’U-Boat ispirato a Miami?

“Miami mi ispira solarità, freschezza, festosità…. immagino un orologio con un vetro particolare,  che  secondo l’inclinazione dà riflessi gialli, blu.. per un ‘immagine solare…”

www.uboatwatch.it

Alcune foto scattate durante la nostra intervista nella sede U-BOAT:

Alcuni dei principali retailers americani
 

STATI UNITI MIAMI BEACH

VAULT

1024 Lincoln Road 33139 Miami Beach

Telefono 305-673-5251

nikkipvault@gmail.com

 

STATI UNITI SAN ANTONIO TEXAS

TOURNEAU- SAN ANTONIO

15900 LaCantera Parkway TX 78295 San Antonio TEXAS

Telefono 210-694-5654

STATI UNITI LAS VEGAS

WYNN LAS VEGAS

Tiny Baubles NV 89109 Las Vegas

Telefono 702-770-3559

 

STATI UNITI LOS ANGELES

FELDMAR WATCH CO.

9000 W Pico Blvd. Los Angeles 90035 Los Angeles

Telefono 310-274-8016

info@feldmarwatch.com

 

STATI UNITI NEW YORK

BASSANO

952 3rd Avenue 10022 New York

Telefono 212-371-8060

bassanojewelry@verizon.net

 

STATI UNITI BEVERLY HILLS

DAVID ORGELL

262 N Rodeo Drive Beverly Hills, CA 90210 Beverly Hills

Telefono 310-273-6660

info@davidorgell.com

Commenti Facebook

LASCIA UN COMMENTO