Welcome to Miami, “Benvenuti a Miami” frase che riconduce al famoso brano dell’ artista Will Smith. E’ un’associazione mentale molto comune ma la maggior parte dei turisti e degli stessi residenti italiani in Miami, considerano la città solo perché è il set di molte serie televisive come “Miami Beach” o “Miami Vice”.

Così purtroppo in molti non si godono la vera natura di questa terra che ha profonde radici.

Come in tutte le metropoli del mondo sono gli abitanti a scolpire la città.

Qui infatti sono state le diverse etnie e culture a portare la loro musica e la cucina regalando al mondo artisti di fama internazionale, per gran parte immigrati cubani con la musica Afro Cubana e la Salsa, come quella portoricana, quella domenicana, giamaicana ed haitiana. La musica qui a volte è un misto di tutto ciò, ma non va dimenticato che si è pur sempre in USA dove a regnare sono il Rock, Blues, Jazz, Soul, Hip-hop e Rap.

Ci sono zone poco battute dagli italiani come Little Havana (Piccola Havana) ed i suoi meravigliosi locali come lo storico “Ball & Chain” di Calle Ocho dove si sono esibiti Cab Calloway e tanti altri grandi artisti. Coconut Grove è un’ altra storica parte della città dove pullula una serie di piccoli locali con musica dal vivo e si svolgono grandi concerti all’ aperto, come al Peacock park o in alcuni centri commerciali. Wynwood è una zona prossima al cosiddetto ghetto ed è stata recuperata da commercianti italiani e non solo;  questi ne hanno fatto il centro della scena dell’arte contemporanea dove prendono vita molti happenings e veri e propri concerti tra le gallerie ed altri piccoli locali. Se questo non vi basta c’e sempre la movida di South Beach ma quella già la conoscete! Nei prossimi articoli vi terrò aggiornati sui nuovi talenti musicali locali ed altri eventi.

Lorenzo P. Duenas Bitbro Music Publishing BMI

Commenti Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here