La guardia costiera americana ha rimpatriato lunedì scorso (13 agosto) 17 cittadini cubani intercettati in mare a bordo di un’imbarcazione di fortuna diretta verso il sud della Florida. I 15 uomini e due donne erano stati intercettati il fine settimana scorso in acque statunitensi a pochi chilometri dalla costa di Cayo Hueso, 209 chilometri a nord di Cuba. I migranti sono stati portati a Bahía de Cabañas, 77 chilometri ad ovest dell’Avana, dopo essere stati visitati ed aver ricevuto da mangiare e da bere.
Il viaggio a bordo di imbarcazioni improvvisate che decine di  migranti cubani intraprendono per entrare illegalmente negli Stati Uniti è altamente pericoloso in termini di sicurezza e dell”attuazione della legge“, ha dichiarato il comandante della nave che ha intercettato i migranti, Patrick Frost. Stando alle cifre ufficiali, l’arrivo di cubani negli Stati Uniti a bordo delle balsas è passato dai 1989 del 2017 ai 274 registrati finora nel 2018.

Commenti Facebook

LASCIA UN COMMENTO