In centinaia i cappelli rosa che domenica a Miami hanno sventolato per i diritti delle donne nel mondo del lavoro, della politica e nella società civile. Il corteo principale della manifestazione è partito da Washington con manifestazioni parallele in tutto il mondo da Palm Beach, a Los Angeles, New York, San Pietroburgo, Parigi, Londra, Melbourne e Roma. Al Mana Wynwood Convention Center di Miami uomini e donne di ogni età, cittadini e rappresentanti politici, tutti uniti per incoraggiare il mondo femminile a partecipare attivamente al cambiamento sociale e politico.  Nell’anniversario della presidenza Trump la manifestazione diventa infatti  l’occasione per contestare le politiche del repubblicano con forti slogan contro The Donald. Tra i politici di supporto all’evento erano presenti i candidati democratici Gwen Graham, Andrew Gillum, il Commissario della Contea di Miami-Dade Daniella Levine Cava e di Miami Beach Kristen Rosen Gonzalez. Nessun elmetto metallico per questa resistenza al femminile. La Marcia Mondiale delle donne, armata solo di cappelli rosa e di parole, è riuscita a farsi portavoce contro l’oppressione di genere, il razzismo, l’omofobia, e ogni forma di violenza.

Commenti Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here