Il tema della festa? Welcome to the Jungle. E chi abita nella giungla? La tigre. Per questo la direzione della Christopher Columbus High School, una scuola cattolica di Miami, ha avuto l’originale idea di portare una tigre vera al ballo di fine anno. Spoiler: non è stata un’idea molto popolare, e la rabbia sui social non si è fatta attendere. Una tigre, due lemuri, due macachi, e un fennec africano – specie di piccola volpe carinissima – per creare l’atmosfera giusta durante il ballo di fine anno di venerdì scorso al centro convegni del Double Tree by Hilton Hotel Miami Airport organizzato dalla scuola cattolica Christopher Columbus High School di Miami; dopo la spogliarellista su cavallo in un night club (ne avevamo parlato a Marzo – “Il cavallo e la cubista“) a Miami si torna a parlare di animali sfruttati a scopo ricreativo senza pensare alle conseguenze, con l’obiettivo di stupire ed essere sempre più originali ed eccessivi. L’idea non è piaciuta a molti degli studenti presenti, e nemmeno ai loro genitori e agli animalisti di tutta la Florida che, dopo aver visto i video su Facebook caricati dalla sorella di una delle partecipanti, hanno invaso i profili social della scuola per esprimere il proprio disappunto e protestare contro l’uso di animali vivi come attrazione durante una festa.

La reazione della scuola non si è fatta attendere, con un comunicato stampa in cui rassicuravano gli studenti e la comunità che la tigre fosse in gabbia, tranquilla, che è stato un atto pienamente in regola e nel rispetto della legge, che i fornitori degli animali avevano regolare licenza e l’hotel aveva dato l’autorizzazione, per poi pubblicare un secondo comunicato poche ore dopo, in cui il Preside Pugh chiede scusa per la decisione, visto che così tante persone si sono sentite offese dal gesto.

La tigre e gli altri animali sono stati esposti per alcuni minuti, all’interno della gabbia, senza essere costretti a compiere performance circensi o altro, sempre accompagnati dai gestori della struttura dove sono custoditi, ma dai video è evidente come la tigre sia in forte disagio, spaventata dal rumore, dalla musica, dalle luci dei cellulari e dalle fiamme, tutto molto poco… jungle.

Sono molti i commenti di cattolici che si dichiarano disgustati per l’avvenuto, prendendo le distanze dall’operato dell’istituto, che ha nel frattempo promesso di non ricorrere mai più ad animali vivi per eventi mondani.

Fennec Fox

Cosa ne pensate? Vorreste vedere un Fennec in gabbia, con luci colorate e musica assordante? Dure condanne anche dallo Zoo di Miami, il cui staff ha denunciato la situazione di stress che hanno de facto vissuto la tigre e le altre bestiole, che non stavano di sicuro partecipando alla festa. Uno dei commentatori sottolinea come si, esporre una tigre a un ballo scolastico è perfettamente legale, ma che sarebbe stato legale anche ingaggiare delle spogliarelliste per la serata.

Commenti Facebook

LASCIA UN COMMENTO